Crescono (di poco) le arance e le zucchine, giù carciofi e fragole

Stabili le clementine, in equilibrio fra domanda e offerta, e le mele, che si attestano su prezzi alti. Le temperature elevate danneggiano i radicchi rossi

AranceTerra e Vita

Quotazioni in leggero aumento per le arance, per le quali si continua a riscontrare una situazione di scarsità di prodotto pigmentato. L’elevato livello della domanda sta incidendo positivamente sui prezzi a fronte di una disponibilità di prodotto inferiore rispetto a quella dello scorso anno. Nei mercati sono presenti principalmente arance di varietà Tarocco.

Carciofiarance

Per quanto riguarda i carciofi, l’offerta sta aumentando in modo consistente e la qualità del prodotto si mantiene elevata, anche grazie alla mancata presenza di danni da gelo e di difficoltà di raccolta. In generale quasi tutte le varietà, dallo Spinoso al Tema, evidenziano quotazioni più basse rispetto allo stesso periodo di dodici mesi fa, che era invece caratterizzato da un’abbondanza di prodotto recante danneggiamenti da gelo.

Clementineterra e vita

Quotazioni stabili per le clementine, caratterizzate da una situazione di equilibrio fra domanda e offerta, complice l’arrivo di grosse partite di Orri, principalmente di provenienza spagnola e israeliana. Prodotto questo che presenta notevoli qualità organolettiche e risulta quindi facilmente commercializzabile. Anche per questo prodotto, come per tutti gli agrumi, i prezzi si presentano comunque superiori rispetto al 2019.

Fragolearance

La campagna delle fragole, cominciata in anticipo rispetto alle annualità precedenti per via delle alte temperature che hanno caratterizzato le ultime settimane, mostra quotazioni in calo a fronte di un’ampia offerta. Si segnala la presenza anche della Candonga di provenienza lucana, di buona qualità e con prezzi inferiori rispetto al 2019.

Meleterra e vita

Per quanto riguarda le mele si mantiene una situazione di stabilità, caratterizzata da quotazioni più alte rispetto alla media del periodo. Sono presenti nei mercati sia le produzioni del Trentino-Alto Adige sia quelle di pianura.

Pomodoriterra e vita

Per quanto riguarda i pomodori si osserva una situazione di tendenziale stabilità per tutte le varietà, con prezzi più bassi rispetto alla media del periodo per i costoluti di tipo Merinda e per i Cuor di Bue, presenti in quantità maggiori per effetto delle alte temperature. Differente la situazione per il pomodoro Tondo a Grappolo spagnolo, le cui quotazioni sono leggermente più alte poiché ancora influenzate dal maltempo che ha colpito la penisola iberica nelle settimane precedenti, ostacolandone la produzione.

Radicchi rossiarance

I radicchi, compreso il cicorino che ha mantenuto quotazioni alte per tutto l’inverno, cominciano a mostrare una tendenza al calo di prezzo, complice le alte temperature che stanno determinando uno sviluppo eccessivo delle foglie con una conseguente perdita di valore del prodotto.

ZucchineTerra e Vita

Continua il calo delle quotazioni delle zucchine per effetto dell’elevata produzione riconducibile alle alte temperature. Le quotazioni più alte si osservano per il prodotto laziale.

 Leggi i prezzi dei prodotti ortofrutticoli del 17 febbraio 2020

Crescono (di poco) le arance e le zucchine, giù carciofi e fragole - Ultima modifica: 2020-02-18T15:09:17+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome