Grano tenero, stime in lieve calo sul mercato mondiale

tendenze nazionali e internazionali del mercato dei cereali del 15 luglio 2019
L'analisi del mercato dei cereali nazionale e internazionale di Stefano Serra

dati delle tendenze del mercato del grano tenero 11 luglio 2019

Grano tenero

ItaliaTerra e Vita

L’andamento climatico sfavorevole mantiene dubbi sulla qualità del raccolto 2019, da verificare analiticamente lotto per lotto. La trebbiatura in progresso consente di confermare le anticipazioni di un mercato in continuità tra le due campagna a livello di prezzi. Domanda ben presente ma selettiva e offerta locale cauta nel garantire caratteristiche. Sulle borsa di Bologna si riparte a quotare tutte le classi con il “tipo Bologna” che vale un 215-225 €/t reso destino, con i “bianchi” attorno ai 197-205 €/t e i “misti” sui 190-195 €/t. Sulla piazza di Milano si quotano solo i “misti” a 188 €/t arrivo, con i Comunitari in forte regresso: meno 15 €/te. “Spring” stabili.

Europaterra e vita

Con l’arrivo del raccolto sulle piazze comunitarie si ripresenta la volatilità dei prezzi e l’attenzione degli esportatori alle stime di esportazione extra-EU (sotto la media?) e gli scambi intra-EU (attesa competizione dagli stati Centro-Est). I progressi colturali restano positivi in attesa di capire le reali qualità e rese/ha: produzione EU sempre oltre i 140 mio/t. L’attività di scambio sul pronto è nella norma con prospettive di mercato senza tensioni; l’Euronext di settembre a 177 €/t (inv) e il dicembre a 182 €/t (inv). Sul pronto le quotazioni del 76-11-220 reso Fob Costanza a 172 €/t (inv) e dei grani di forza a 230 €/t (inv) arrivo Nord Italia.

Mercato mondialeTerra e Vita

La raccolta dei “winter” in US procede e i progressi degli “spring” sono incoraggianti dopo un inizio “siccitoso”. Anche in Canada, tranne le aree dell’Alberta, le piogge sono arrivate a stabilizzare lo stato delle colture. Scambi che restano comunque ridotti con attesa per le nuove stime 2019 (in lieve calo) dalle aree del Mar Nero. In Argentina le semine al 66-68% in lieve ritardo sullo storico per eccesso di umidità nel terreno. Aste dal Nord Africa (Egitto) a ravvivare il mercato nel Mediterraneo. Prezzi: l’Argentino “pane” a 245 $/t (inv), il DNS Pacifico a 228 $/t (-2), l’Aussie Soft White a 249 $/t (-6) e il Russo a 194 $/t (-1).

 

dati delle tendenze del mercato del grano duro 11 luglio 2019

Grano duro

Italiaterra e vita

Si comincia a dipanare il dubbio sulle caratteristiche merceologiche e sanitarie al Centro/Nord, con risultati a volte preoccupanti anche se a macchia di leopardo. I molini sono all’acquisto per completare le coperture sul luglio-dicembre (e oltre) con interesse sia per merce locale che d’importazione (stante un raccolto Italia sui 4 mio/t a fronte di consumi prossimi ai 6 mio/t). Quotazioni più tenute al Sud ove il “Fino” vale sui 245-250 €/t con i Mercantili a sconto di 5 e 10 €/t; su Bologna il “Fino Nord” vale un 230-235 €/t (come il Centro) con i Mercantili a sconto di 10 e 25 €/t. Comunitari sempre ben tenuti ed esteri Nordamericani stabili.

Europaterra e vita

Si delinea con maggiore precisione lo scenario Europeo per la corrente campagna con la Spagna esportatrice di un 0,3-0,4 mio/t (0,2-0,3 meno che lo storico) e la Grecia di un 0,3 mio/t (ma con specifiche merceologiche inferiori); la Francia si conferma l’origine principale intra-EU con la domanda locale e intra-EU a gradualmente sostenerne i prezzi. La produzione Comunitaria 2019 si attesterebbe non oltre i 7,6 mio/t, con il deficit (ca. 2 mio/t) concentrato principalmente sull’Italia. Prezzi per il tipo “Fino” 13% proteina CIF Italia attorno ai 250 €/t.

Mercato mondialeterra e vita

Il recente miglioramento climatico (piogge) in gran parte delle “pianure” di USA e Canada hanno riportato offerta sul mercato sia sul breve (consegne Luglio-Settembre) che sul 2020. Se le produzioni di USA e Canda sono viste “medio-basse”, rispetto allo storico, le scorte iniziali compensano il “gap” per una prospettiva di mercato 2019/20 relativamente tranquilla. Nel mondo si produrranno un 33 mio/t a fronte di un consumo di 34,5 mio/t; stock finali in calo ma pur sempre “rassicuranti”, pari al 30% del consumo mondiale medio. Attesa per le produzioni dal Mar Nero (Russia e Kazakhstan) che sono attese con buone specifiche e tenore proteico (stante la lieve siccità occorsa). Il grado 1 CWAD “low DON” sempre sui 290 $/t CIF Sud Europa.

 

dati delle tendenze del mercato del mais 11 luglio 2019

Mais

Italiaterra e vita

Ulteriore settimana senza variazione nei fondamentali, con le piazze del Nord a confermare (Ager Bologna) tendenza e quotazioni della scorsa settimana, con qualche segnale di debolezza (Granaria di Milano). Progressi colturali nella media, salvo danni da grandine in alcune aree, e influenza sui prezzi dalle alternative Comunitarie ed Ucraine. Sulle borse di merci di Bologna e Milano il nazionale “generico” quota arrivo un 183-185 €/t con premio per il “con caratteristiche” stabile a 3 €/t; comunitario “con caratteristiche” senza variazioni tra 186 e 190 €/t (-1) e Ucraino a 187-192 €/t.

Europaterra e vita

I progressi agronomici non inducono a cambiare la tendenza del mercato che resta leggermente volatile, ma fortemente condizionata al “non rialzo” dalle notizie Ucraine e da un contesto internazionale che al momento ostacola le prospettive di export Comunitario. Con un raccolto EU sempre stimato sui 63 mio/t, le ampie coperture in essere e la concorrenza dai cereali a paglia, le prospettive di prezzo non mutano con l’Euronext l’Agosto a 177-178 €/t (inv) con il novembre a 174-175 €/t (inv). Francia: 78% dei campi in ottime condizioni e prospettive di export su Europa e paesi terzi in calo; il Fob Rouen a 171 €/t (inv).

MondialeTerra e Vita

L’incertezza sulle superfici seminate in USA e sull’andamento dichiarato dalla USDA (non condiviso da parte delle fonti private), pospone ogni giudizio sul 2019/20 al 12 Agosto p.v. (nuovi dati USDA). In USA la perdurante siccità limita i progressi con il 57% dei campi in buone condizioni (erano il 75% nel 2018). In Sudamerica la raccolta procede spedita in Argentina con apprensione per le gelate sul secondo raccolto brasiliano. Prezzi Fob altalenanti: l’Argentino a 185 $/t (+7), il Brasiliano a 184 $/t (+4), l’USA a 199 $/t (+7) e l’Ucraino a 195 $/t (+2).

 

dati delle tendenze del mercato dei cereali foraggeri e oleaginose 11 luglio 2019

Cereali foraggeri e oleaginose

Italiaterra e vita

Cereali foraggeri: si consolidano gli orzi che risentono della debolezza dei rimpiazzi Comunitari; sull’Ager e sulla Granaria le quotazioni dai 156 ai 175 €/t. Il tenero “any origin” su Bologna allarga la forbice a 183-194 €/t con Milano che quota valori sotto i 180 €/t. Oleaginose: soia che continua a vivere dei “rumors” internazionali ma che resta sostanzialmente stabile; la nazionale quota arrivo sui 338-340 €/t e l’estera a premio di 5-6 €/t (+3) per effetto valutario.

EuropaTerra e Vita

Cereali foraggeri: per gli orzi una settimana positiva sia per il supporto dai teneri che dall’export (sulla Cina?) grazie alla buona qualità dell’offerta Comunitaria; il francese Fob Rouen sono a 162 €/t (+1). I teneri dopo segnali di ripresa perdono; l’origine Francia Fob Rouen sui 169 €/t (-3). Oleaginose: colza beneficia della ripresa dei prezzi della soia e del sostegno indiretto dall’olio di palma; la colza Francese reso Rouen a 360 €/t (+5). Il girasole “alto oleico” sui 550 €/t (inv) reso Bordeaux.

Mondialeterra e vita

Cereali foraggeri: i danni climatici al grano “winter” USA, incrementano l’offerta di foraggero che si somma alle (inaspettate) partite di orzo “leggero” atteso nell’area del Mar Nero. I teneri “feed” in regresso con il Soft Red Winter a 221 $/t (-1) Fob ed il Russo Fob Azov a 180 $/t (-2); orzi che tengono sul Fob Odessa a 172 $/t (+4) ma cedono in Australia a 241 $/t (-9). Oleaginose: stime di produzione incerte in USA si combinano con dubbi sul (futuro) import Cinese per uno scenario che non modifica i prezzi Fob con la soia USA a 351 $/t (+3), l’Argentina a 339 $/t (-2) e la Brasiliana 359 $/t (+1).

Grano tenero, stime in lieve calo sul mercato mondiale - Ultima modifica: 2019-07-19T13:24:24+00:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome