Le melanzane schizzano verso l’alto, in rialzo anche zucchine e angurie

Secondo le rilevazioni della Borsa merci telematica italiana, tendono invece al ribasso uva da tavola, lattughe, pesche e nettarine

Angurie, minori disponibilità rispetto al passatoTerra e Vita

I prezzi dell’anguria continuano a viaggiare su alti livelli, con una disponibilità minore rispetto alle precedenti campagne. I fattori più rilevanti sono l’aumento dei costi di produzione e la crisi climatica che non ha permesso una produzione soddisfacente. La domanda resta su buon livelli grazie alle temperature che ne incentivano il consumo.

Cetrioli, lievi rialzi nei listiniTerra e Vita

Prezzi in lieve rialzo per i cetrioli, complice una domanda sostenuta a fronte di una produzione che si mantiene sottotono. I quantitativi però stanno aumentando per effetto del leggero calo delle temperature e il contributo di qualche pioggia. I prezzi pertanto hanno iniziato a calare in alcune piazze.

Fichi, produzione in ripresaterra e vita

Campagna dei fichi segnata da una disponibilità non sempre alta a causa del forte caldo che non ha permesso una buona maturazione del frutto. Nelle ultime giornate la produzione sta però riprendendo un buon ritmo grazie anche alle temperature in calo. Ciò si ripercuote negativamente sulle quotazioni. Si segnala una bassa presenza per i fichi neri.

Lattughe, leggero calo dei prezzi

Si registrano cenni di calo per determinate varietà di lattughe in alcuni mercati italiani, come la Gentile a Padova. I prezzi continuano però ad essere molto alti con la produzione che non riesce ancora a riprendere a pieno ritmo a causa del caldo estivo e del deficit idrico. Si prevede un rialzo delle quotazioni con l’aumento della domanda post villeggiatura a fronte di una disponibilità ancora molto limitata, sulla quale incideranno anche i maggiori costi di produzione.

Le melanzane impennanoTerra e Vita

I prezzi delle melanzane evidenziano una netta spinta verso l’alto. La produzione in piena area, seppur di buona qualità, non si attesta su livelli elevati. Sul fronte dei consumi la domanda risulta buona.

Meloni all'insegna della stabilitàterra e vita

Ancorché in lieve calo, i prezzi dei meloni si mantengono su livelli elevati con una disponibilità inferiore rispetto la precedente campagna. A trainare le quotazioni sono l’aumento dei costi di produzione e il forte caldo estivo che non ne ha permesso un’elevata produzione.

Pesche e nettarine, continua la discesa

Scendono ancora le quotazioni dei prezzi delle pesche e nettarine, portandosi così su livelli inferiori alla media del periodo. Il forte caldo deperisce velocemente il prodotto, motivo per cui i venditori abbassano i prezzi al fine di evitare giacenze e scarti. La qualità è buona, ma la domanda non è elevata.

Pomodori, datterino e ciliegino i più richiestiTerra e Vita

Si sta assistendo a un calo della produzione dei pomodori, come accade a fine estate, a cui farà seguito la nuova produzione. È presente prevalentemente prodotto siciliano. Si rilevano prezzi in aumento soprattutto per datterino e ciliegino. Inversione di marcia invece per i pomodori tondi a grappolo che iniziano a scendere di prezzo in concomitanza di una minore domanda e dell’elevata disponibilità di prodotto estero (Olanda).

Susine, nuove varietà in arrivoterra e vita

Non si registrano particolari fluttuazioni per le susine con prezzi in linea con la media del periodo. La domanda ha subìto una frenata in quanto si è spostata su altri prodotti tipici del periodo. Da segnalare l’entrata di altre varietà come TC Sun e Grossa di Felicio.

Uva da tavola, disponibilità elevata

Procede regolare la produzione dell’uva italiana, proveniente dalla zona di produzione siciliana e pugliese. La domanda è in netto aumento, ma è più che compensata dall’alta disponibilità e dalle diverse varietà presenti nei mercati. Particolarmente richiesta l’uva Vittoria. Si segnala l’inizio della produzione per l’Italia 2.

Zucchine ancora all'insùTerra e Vita

Deciso aumento per le zucchine, con prezzi sopra la media del periodo soprattutto nel mercato di Bergamo. La disponibilità risulta ancora limitata a fronte di una domanda che continua ad essere molto forte, tipica del periodo estivo. Il caldo non ha permesso una buona produzione, che si porta così su livelli inferiori rispetto gli anni precedenti.

Leggi i prezzi dei prodotti ortofrutticoli del 29 agosto 2022

Le melanzane schizzano verso l’alto, in rialzo anche zucchine e angurie - Ultima modifica: 2022-08-30T14:02:34+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome