Le quotazioni degli agrumi non decollano, male anche le zucchine

Secondo i rilevamenti della Borsa merci telematica italiana, cedono terreno pure carciofi e cavolfiori, mentre aumentano lievemente melanzane e lattughe

Arance, domanda inferiore alla media del periodo

Ulteriore contrazione delle quotazioni delle arance, soprattutto le tarocco, la cui produzione entra nel vivo. L’offerta è in aumento, ma la domanda si mantiene su livelli inferiori rispetto agli anni precedenti. Anche per la Navelina si registrano quotazioni in leggero calo con domanda su livelli bassi.

Carciofi, listini in calo

Perdono terreno i prezzi dei carciofi della varietà violetto senza spine, in concomitanza con il calo della domanda, andamento tipico dopo il Natale. La domanda, comunque, non si è attestata su livelli alti in questo periodo, determinando un trend inferiore rispetto a un anno fa.

Cavolfiori, discesa dei prezzi soprattutto nella piazza di Roma

Buona la disponibilità di prodotto, soprattutto del centro Italia, ma la richiesta si rivela sottotono. Fattore questo che ha determinato un calo delle quotazioni, in particolar modo nel mercato di Roma.

Clementine, ampia disponibilità di prodottoterra e vita

Poche le fluttuazioni per le clementine, che si mantengono sostanzialmente stabili. La richiesta non raggiunge livelli elevati a fronte di un’ampia disponibilità di prodotto. La campagna procede regolare con consistenti quantitativi raccolti.

Lattughe in lieve rialzoTerra e Vita

Le quotazioni delle lattughe arretrano rispetto all’anno precedente. La domanda, tuttavia, è cresciuta nelle festività causando di riflesso un lieve rialzo settimanale dei prezzi.

Mandarini, poca richiesta anche a Natale

Nonostante la buona disponibilità e qualità dei mandarini, la domanda si è mantenuta bassa anche durante la festività natalizia. Ciò ha determinato una discesa dei prezzi, anche a causa dell’elevata disponibilità di clementine.

Melanzane, aumentano i costi per le produzioni in serraTerra e Vita

Si registra un rialzo per le melanzane, andamento tipico del periodo, complice l’aumento dei costi di produzione in serra. I prezzi restano inferiori a quelli dell’anno precedente, anche grazie a una domanda che resta su livelli relativamente bassi.

Pomodori, giù datterini, piccadilly e tondo rosso a grappolo

Nuovo ribasso per i prezzi dei pomodori, complice una domanda non ottimale soprattutto per datterini, piccadilly e tondo rosso a grappolo. Mostrano una maggiore stabilità i ciliegini, che evidenziano una domanda regolare.

Zucchine, trend inferiore al 2021

In netto calo il prezzo delle zucchine sia su base settimanale sia annuale. La domanda non accenna a crescere, determinando un trend ampiamente al di sotto rispetto all’annata precedente.

Leggi i prezzi dei prodotti ortofrutticoli del 27 dicembre 2022

Le quotazioni degli agrumi non decollano, male anche le zucchine - Ultima modifica: 2022-12-28T15:34:47+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome