Frumento tenero in risalita, duro alla canna del gas

prezzi dei cereali 8 - 13 ottobre 2018
I prezzi dei cereali e delle materie prime del 15 ottobre rilevati da Borsa Merci telematica: vola il prezzo della farina di girasole, in crescita di quasi il 50% su base annua. Nuovi aumenti anche per la farina di soia. Ulteriore calo per la farina di colza

Dopo la stabilità delle settimane precedenti, sono tornati ad aumentare nella seconda settimana di ottobre i prezzi del grano tenero (+1,9% per il fino a Bologna) rilevati dalle Camere di Commercio e Borse Merci nazionali, pur in un contesto di scambi nella norma.

Il duro non si riprende

Mercato invece pesante per il grano duro e prezzi in calo sia sulla piazza di Foggia (-1,3% su base settimanale) che a Bologna (-3,5% per il fino di produzione centro). Ribassi che emergono anche nel confronto con la scorsa annata.

Exploit dell'orzo da foraggio

Tra i cereali foraggeri, listini in crescita per gli orzi ad uso zootecnico, sia nazionali che esteri (+1,4% a Bologna). Ulteriori ribassi per i prezzi del sorgo (-2,6% a Milano), sebbene i valori attuali rimangano più alti rispetto alla scorsa annata (+6,6%). Si conferma stabile il mercato del mais per uso zootecnico.

Farine proteiche: girasole ok, colza ko

Tra le farine proteiche, proseguono i rialzi per la farina di girasole proteico (+1% a Torino), in un mercato che risente ancora della poca disponibilità di prodotto. Il rialzo su base annua è giunto a sfiorare il +50%. Nel comparto della soia, settimana all’insegna della stabilità per i prezzi dei semi di soia nazionali, a fronte di nuovi aumenti che invece si sono rilevati per la farina di soia, per cui si è registrato un buon volume di scambi. Un’offerta superiore alla domanda ha invece impresso ancora un calo alla farina di colza (-1,9% a Bologna).

Scarica il dettaglio dei prezzi nel periodo dall'8 al 13 ottobre 2018

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome