Prezzi in rialzo per cipolle e zucchine. Restano in quota le arance, giù fragole e asparagi

Nell'ultima settimana si sono registrati rialzi per i prezzi di cipolle e zucchine, mentre sono scesi quelli degli asparagi per un calo della domanda e quelli delle fragole per un eccesso di offerta. Stabili gli altri prodotti

Actinidiaterra e vita

Quotazioni stabili per l’actinidia, su livelli comunque più alti rispetto al 2019 date le difficoltà logistiche e la domanda più alta da parte dei dettaglianti che stanno caratterizzando questo periodo. Nei mercati è maggiormente presente la produzione nazionale, anche di actinidia gold e rosso.

Aranceterra e vita

Le quotazioni delle arance si sono stabilizzate su livelli alti. In particolare nelle ultime settimane la varietà Tarocco è stata interessata da un consistente aumento della domanda da parte dei consumatori, a cui si fatica a far fronte. Si osservano invece prezzi più contenuti per l’arancia Valencia Late di provenienza egiziana, presente da questa settimana nei mercati.

Asparagiarance

Per quanto riguarda gli asparagi si registra invece un consistente calo della domanda, che ha contribuito, insieme all’incremento della produttività tipico del periodo, ad un consistente ribasso delle quotazioni. Si osservano prezzi inferiori anche rispetto al 2019, per via dell’anticipo produttivo avvenuto grazie alle alte temperature di febbraio. Presente prodotto proveniente principalmente da Veneto e Campania.

Carciofiterra e vita

In calo anche la richiesta generale di carciofi, caratterizzati in questo periodo da un buon equilibro tra domanda e offerta. Un’eccezione è rappresentata dai carciofi di origine laziale, di ottima qualità, il cui poco prodotto disponibile non riesce a fare fronte alla domanda.

CipolleTerra e Vita

Per quanto riguarda le cipolle si osservano aumenti per il prodotto secco, maggiormente richiesto in questo periodo per via delle sue caratteristiche di conservabilità. Stabili invece le cipolle fresche, principalmente piatte bianche, che mantengono quotazioni su livelli normali, in linea col periodo e con la produzione disponibile.

Fragolearance

Si osserva un nuovo e consistente calo delle quotazioni delle fragole, meno richieste in questo periodo, per via delle loro caratteristiche di deperibilità, a favore invece di arance, actinidia, mele e pere. Nei mercati sono presenti grandi quantità di prodotto, soprattutto nazionale, di ottima qualità per via del caldo e del sole che conferiscono a questo prodotto un grado zuccherino piuttosto alto.

Pomodoriterra e vita

Quotazioni stabili per i pomodori a grappolo, per i Merinda e peri Cuor di Bue, con una situazione di equilibrio tra domanda e offerta. Si osservano invece aumenti per i Piccadilly, i Datterini e i Ciliegini, prodotti nazionali di buona qualità molto richiesti dai consumatori.

ZucchineTerra e Vita

Si registrano prezzi in aumento per le zucchine, la cui produzione ha subìto un rallentamento a causa del freddo arrivato durante il fine settimana. La domanda si mantiene su buoni livelli, così come la qualità del prodotto. Presente nei mercati anche la zucchina costoluta di provenienza laziale.

 Leggi i prezzi dei prodotti ortofrutticoli del 23 marzo 2020

Prezzi in rialzo per cipolle e zucchine. Restano in quota le arance, giù fragole e asparagi - Ultima modifica: 2020-03-24T12:57:20+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome