Prezzi dei grani nazionali, dopo oltre un mese torna il segno più

orzo
Tra le farine crescono girasole decorticato e soia. Lo rileva Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) nell'elaborazione dei prezzi rilevati dalle Camere di Commercio nella settimana dal 12 al 17 novembre

Torna il segno “più” nel mercato dei grani nazionali. Per i grani teneri, le rilevazioni effettuate dalle Camere di Commercio e Borse Merci, relative alla settimana 12 – 17 novembre, hanno mostrato aumenti principalmente per le varietà panificabili (+0,9% a Bologna e prezzi attestati sui 216-220 €/t). Dopo quattro settimane di stabilità sono tornati a salire anche i prezzi del grano duro (+0,9% a Foggia, 219-224 €/t per il grano duro fino), complice una domanda maggiormente presente nel mercato.

Rialzi anche per orzo e sorgo

Una minore disponibilità nel mercato ha impresso ancora dei rialzi ai prezzi dell’orzo, sebbene limitatamente ad alcune piazze di scambio. Tra queste, Milano e Torino, dove i prezzi dell’orzo nazionale pesante sono cresciuti rispettivamente del +2,3% e del +1,4% su base settimanale. Rimane ben più pesante la crescita rispetto allo scorso anno, attestata su entrambe le piazze sopra il +20%. Tra i cereali foraggeri, ulteriore rialzo per il sorgo (+1,6% a Milano).

Il mais si mantiene stabile

Mercato stabile invece per il mais, sulla scia del sostanziale equilibrio che in questa fase si riscontra tra domanda e offerta. A Bologna i prezzi del prodotto con caratteristiche standard rimane attestato appena sotto la soglia dei 180 €/t (176-177 €/t), in linea anche rispetto ai valori che si registravano lo scorso anno (+0,6%).

Paglia di grano sempre su alti livelli

Nel comparto dei foraggi, stabili anche i prezzi dell’erba medica mentre aumenti si sono riscontrati per la paglia di grano, i cui valori si mantengono inoltre ben più elevati rispetto allo scorso anno (+70% a Modena per la paglia di grano pressata).

Tra le farine proteiche, la settimana non ha mostrato variazioni per i prezzi della farina di colza. Mercato che invece è apparso a due facce per la farina di girasole, con rialzi per il prodotto integrale (+5,9% a Bologna e valori saliti sui 180 €/t), complice il minore prodotto sul mercato, e ribassi per il prodotto decorticato (-1,2%, 255-257 €/t), per via dell’arrivo della nuova produzione. Nel comparto della soia mercato con leggeri aumenti sia per i semi (+0,9% a Milano su base settimanale) che per la farina (+1,1%), in linea anche con il recupero osservato nella seconda parte della settimana presso la borsa di Chicago.

Scarica il dettaglio dei prezzi nel periodo dal 12 al 17 novembre 2018

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome