Segno più per pomodori e lattuga

pomodori
I prezzi dei prodotti ortofrutticoli dell'8 aprile nei mercati all'ingrosso, elaborati da Unioncamere-Bmti e Italmercati. Prezzi in aumento per i pomodori di diverse tipologie. Bene anche lattuga e zucchine ma le quotazioni sono sostenute dalla scarsa produzione

LattugheTerra e Vita

Prezzi stabili su livelli medi. Quotazioni molto elevate per la lattuga iceberg per la quale ci troviamo in un periodo di scarsa produzione, coincidente con il passaggio tra la produzione spagnola e quella centro – nord europea.

PomodoriTerra e Vita

Aumenti per tutte le tipologie di pomodoro, particolarmente consistenti per i pomodori a ciliegia e Piccadilly. Buon livello della domanda anche per i pomodori verdi. Quotazioni elevate per i pomodori costrutti, soprattutto la tipologia Merinda.

ZucchineTerra e Vita

L’ondata di freddo nelle regioni centro meridionali ha determinato un rallentamento della produzione ed un conseguente incremento dei prezzi, come è tipico per ortaggi che sono strettamente correlati all’andamento delle temperature. Il livello qualitativo si mantiene buono.

Aranceterra e vita

Andamento abbastanza regolare con quotazioni stabili anche se si osserva una tendenza al calo per le arance del gruppo Navel che verranno presto sostituite dalle Valencia late e dalle arance ovali. Sono già alcune settimane che si osserva la presenza di arance Valencia di origine egiziana con un livello qualitativo medio. Per quanto riguarda il tarocco le quotazioni si mantengono stabili. Si sta osservando un certo peggioramento qualitativo per la tipologia nocellare.

AsparagiTerra e Vita

La produzione è piuttosto elevata e si sono osservati cali nei prezzi abbastanza consistenti all’inizio della settimana. Le quotazioni si mantengono comunque su livelli medio alti ed è abbastanza improbabile che andremo incontro a consistenti ridimensionamenti dei prezzi in considerazione del fatto che le temperature sono state medio basse, motivo per cui la produzione non risulta particolarmente elevata. La domanda, da canto suo dovrebbe aumentare con l’avvicinarsi delle festività pasquali.

Carciofiterra e vita

Produzione ancora consistente, soprattutto dalla Sardegna e dalla Toscana. La domanda si mantiene su buoni livelli e le quotazioni sono su un livello superiore alla media del periodo. Per quanto si sia osservato un incremento della produzione i danni derivati dalle gelate invernali dovrebbero contenere i picchi di prodotto che frequentemente si osservano in questo periodo.

CipolleTerra e Vita

Prezzi in tendenziale calo per quanto riguarda le cipolle fresche anche se i livelli si mantengono relativamente elevati, in particolare per le cipolle secche. Praticamente terminato il prodotto italiano ed in via di esaurimento anche il prodotto europeo. Al momento si osserva sul mercato la presenza di prodotto proveniente praticamente da ogni parte del mondo ed a prezzi elevati.

FragoleTerra e Vita

Quotazioni notevolmente calate per tutte le varietà di fragole. Calo questo dovuto ad un costante incremento della produzione e ad una contrazione dei consumi determinata dal peggioramento delle condizioni climatiche. È prevedibile che si osservino aumenti dei prezzi, correlati ad aumenti dei consumi se all’avvicinarsi delle festività pasquali si avrà anche un miglioramento del tempo.

 

Leggi i prezzi dei prodotti ortofrutticoli dell’8 aprile 2019

Segno più per pomodori e lattuga - Ultima modifica: 2019-04-09T16:46:31+00:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome