Soia, prezzi in calo sulla scia del forte ribasso nelle piazze internazionali

soia
A livello globale, tra le commodities agricole i semi oleosi risentono maggiormente dei timori che l’attività economica mondiale possa rallentare pesantemente a causa del diffondersi del Coronavirus. Ciò si è tradotto in un forte calo delle quotazioni della soia alla borsa di Chicago (- 5%) e della colza all’Euronext di Parigi (- 8%)

Tornano in calo i prezzi della soia scambiata nel mercato italiano, sulla scia del forte ribasso che si è registrato sulle principali piazze internazionali. A livello globale, tra le commodities agricole sono i semi oleosi che stanno risentendo maggiormente dei timori che l’attività economica mondiale possa rallentare pesantemente a causa del diffondersi del Coronavirus, essendo legati alle dinamiche dei prodotti petroliferi. Ciò si è tradotto in un forte calo delle quotazioni della soia alla borsa di Chicago e della colza all’Euronext di Parigi, con ribassi rispetto ad inizio marzo del 5% per la soia e dell’8% per la colza. In Italia poche le variazioni per i prezzi dei cereali foraggeri, segnati da una domanda contenuta, ad eccezione dei segnali di aumento osservati per i prezzi del mais.

Soia in calo

A Chicago le quotazioni futures della soia hanno chiuso la settimana sotto la soglia degli 850 centesimi di dollaro per bushel, in calo del 4,1% rispetto a sette giorni prima. Nel mercato italiano, sulla piazza di Bologna, i prezzi dei semi di soia di provenienza estera hanno perso il 2,2% rispetto alla settimana precedente, scendendo sui 316-363 €/t. Resta comunque positiva la variazione rispetto a dodici mesi fa, con i prezzi attuali più alti del 7,7%. Il calo, dettato come detto dalla forte contrazione osservata sulle borse mondiali, ha interessato anche i semi di soia di origine nazionale, sebbene in maniera più contenuta: i valori si sono attestati sui 359-361 €/t, cedendo lo 0,8% rispetto alla settimana precedente.

Semi di colza in flessione, colza stabile

Ancor più netta la flessione che ha coinvolto i semi di colza scambiati all’Euronext di Parigi, sulla scia del deciso ribasso che ha interessato l’olio di palma. Le quotazioni hanno chiuso la seconda settimana di marzo sui 352,50 €/t, il 6,7% in meno rispetto a sette giorni prima. In Italia, complice anche una domanda zootecnica limitata, i prezzi all’ingrosso della farina di colza sono rimasti stabili sulle principali borse merci. A Milano i valori sono rimasti fermi per la ottava settimana consecutiva sui 266-267 €/t, sempre in calo (-6%) rispetto allo scorso anno.

Tra le farine di estrazione, variazioni limitate anche nei listini all’ingrosso della farina di girasole, ad eccezione del segno “più” registrato sulla piazza di Bologna (+1,4% su base settimanale), dove i prezzi si sono portati sui 223-225 €/t, di fatto in linea rispetto ad un anno fa (-0,4%).

Mercato statico per i cereali foraggeri, in rialzo solo il mais

Il mercato italiano dei cereali foraggeri si è invece confermato statico, con pochi movimenti nei listini di orzo e sorgo, segnati da richieste limitate. A Bologna sono rimasti stabili i prezzi sia dell’orzo nazionale pesante (178-181 €/t) che dell’orzo di provenienza estera (179-182 €/t). I prezzi attuali restano più bassi rispetto all’anno precedente, con una riduzione che rimane nell’ordine del -15%. Listini bloccati anche per il sorgo.

Per il mais si sono registrati invece dei segnali di rialzo sulla piazza di Bologna, riconducibili non tanto ad una maggiore domanda zootecnica quanto ai timori per l’approvvigionamento di merce dall’estero a causa dei problemi logistici. I prezzi del mais di provenienza comunitaria sono aumentati dell’1,7% rispetto alla settimana precedente, salendo sui 183-186 €/t. Segno “più” anche per il mais nazionale, che, in rialzo dell’1,1%, si è portato sui 177-179 €/t.

I prezzi dei cereali e delle materie prime nella settimana dal 9 al 13 marzo 2020

Soia, prezzi in calo sulla scia del forte ribasso nelle piazze internazionali - Ultima modifica: 2020-03-16T15:57:53+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome