Tenero in rialzo pre-natalizio. Sul duro la pressione degli sbarchi dall’estero

tendenze di mercato dei cereali del 20 dicembre 2018
I cereali a paglia in crescita trascinano verso l'alto anche mais e foraggere. Tendenze di mercato del 20 dicembre 2018. L'analisi di Stefano Serra

tendenze di mercato dei cereali grano tenero del 20 dicembre 2018

Grano teneroTerra e Vita

Si conferma il minimo spread tra le classi merceologiche con supporto dal settore zootecnico e dalla limitatezza di offerta di origine Italia. La domanda è presente in carenza di offerta per un’evoluzione dei prezzi che chiudono al rialzo in vista della pausa festiva. Il rafforzamento dell’euro rende lievemente più competitive le alternative comunitarie ed estere anche se lo spread resta importante. Sulle piazze del Nord i grani di forza quotano arrivo tra i 232 €/t di Milano ed i 235 €/t di Bologna con i panificabili superiori ed i misti ormai allineati a meno 2-3 €/t; comunitari panificabili a 227 €/t (+2) e grani di forza invariati a 240 €/t con gli “spring” esteri in ripiegamento valutario a 270 €/t (-3) reso destino.

 

tendenze di mercato dei cereali grano duro del 20 dicembre 2018

Grano duroterra e vita

Dopo il breve periodi di rafforzamento per il completamento delle coperture sul prontissimo, si torna alla calma piatta nonostante la presenza della domanda interessata a coprire, soprattutto al Centro-Sud, posizioni di nazionale sia di tipo Fino proteico che di qualità mercantile medio-basso proteico. Si continua a registrare attività sui porti per origini comunitarie ed estere con ottima qualità fisico-sanitaria che in parte compensa un raccolto non perfetto nelle aree del Sud. Quotazioni in stallo ed invariate con il “tipo Fino” proteico vale reso Bologna a 230-233 €/t; il Centro partenza sui 220 €/t ed il “Fino” Foggia a 235 €/t, con gli “slavati” tra i 200 ed i 220 €/t. Comunitari ed esteri offerti tenuti a livello di prezzo in $/t.

 

tendenze di mercato dei cereali mais del 20 dicembre 2018

MaisTerra e Vita

La situazione non evolve nei principali indici di mercato, ma il profondo (in aumento) spread con i cereali a paglia di riflesso lo porta al aumento. Le ingenti coperture in essere sfumano gli effetti del generalizzato aumento dei prezzi che però mostrano un incremento dell’ “spread” tra i prezzi di Milano (+2 €/t) e Bologna (+1 €/t). Il mais “generico” reso Nord-Est attorno ai 181 €/t (su Milano 185 €/t) mentre il mais “con caratteristiche” vale su Bologna 183 €/t (Milano 187 €/t. Comunitari con caratteristiche a 185 €/t su Bologna e 190 €/t su Milano; Ucraino reso a 183-189 €/t.

 

tendenze di mercato dei cereali foraggere e oleaginose del 20 dicembre 2018

Cereali foraggieri e oleaginoseTerra e Vita

Cereali foraggeri: inversione di tendenza dai riflessi Europei e mondiali portano al rialzo i cereali zootecnici. I teneri progrediscono per limitata offerta e quotano arrivo Bologna 226 €/t (+2) e Milano 210 €/t; gli orzi, poco disponibili nazionali e comunitari, a 224-228 €/t. Oleaginose: la soia nazionale al Nord si allinea sui 343-352 €/t arrivo mentre l’estera subisce il favorevole cambio €/$ e la stabilità sulle piazze internazionali e vali tra i 348 €/t di Bologna ed i 356 €/t di Milano.

Tenero in rialzo pre-natalizio. Sul duro la pressione degli sbarchi dall’estero - Ultima modifica: 2018-12-21T15:24:34+00:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome