Pero e melo, così le ticchiolature

pero
La ticchiolatura del pero si presenta in alcune annate e su alcune varietà, con particolare gravità e con aspetti ancora talvolta imprevedibili.

La ticchiolatura del pero, è causata da Venturia pyrina e dal suo anamorfo Fusicladium pyrinum. Normalmente le infezioni che questa avversità arreca su pero sono molto meno gravi di quelle, analoghe, causate su melo da Venturia inaequalis. Tuttavia, contrariamente alla ticchiolatura del melo, questa si presenta in alcune annate e su alcune varietà di pero, con particolare gravità e con aspetti ancora talvolta imprevedibili.

 

Attacchi anche su Abate

È quanto sta succedendo negli areali di coltivazione del pero della Pianura padana da qualche anno a questa parte, dove si segnalano attacchi di ticchiolatura sempre più frequenti e su varietà anche notoriamente meno suscettibili di pero. Fra le principali cultivar, allevate nei nostri comprensori pericoli, maggiormente sensibili risultano essere la William e la Kaiser. Abate Fetel e Conference, almeno fino a poco tempo fa lo erano in misura inferiore, pur non essendone immuni. Generalmente il fungo sverna come periteci sulle foglie e frutti infetti caduti a terra l’anno precedente e all’interno dei quali si formano caratteristiche ascospore responsabili delle infezioni primarie nel corso della primavera successiva. Successivamente, sulle infezioni prodottesi, si sviluppano i conidi, organi di riproduzione asessuata del fungo che contribuiscono a diffondere la malattia sulla pianta.

....

Leggi l'articolo completo su Terra e Vita 12/2016 L’Edicola di Terra e Vita

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome