Home Viticoltura

Viticoltura

Coltivare il vigneto dal suo impianto alla produzione delle uve, comprese le tecniche di potatura, i trattamenti antiparassitari e la lotta alla grandine, con l'ausilio dei trattori e delle macchine per il vigneto

Usa, prima flessione nel consumo di vino da 25 anni

In attesa della decisione sui superdazi di Trump lo stato di salute del mercato americano non appare ottimo. Iwsr registra il primo calo dei consumi dal 1994 (-0,9% nel 2019 rispetto all’anno precedente). A rischiare di più è l’Italia, visto che il mercato a stelle e strisce pesa per il 28% sull’intero export di vino nazionale

Uva da tavola, nessun arcobaleno dietro le attuali nuvole nere

Per Giacomo Suglia, presidente dell’Apeo, l’annata 2019 è stata deludente. Malgrado le rese basse e l’ottima qualità i prezzi sono stati inferiori a quelli del 2018. E le prospettive non sono rosee

Uiv e Fivi si mobilitano contro i dazi di Trump

Azioni diplomatiche presso l’amministrazione americana e una petizione da firmare per coinvolgere le istituzioni italiane ed europee. Gli sforzi dei produttori per scongiurare un’ingiustificata ritorsione commerciale che avrebbe conseguenze nefaste sulle nostre produzioni

Nuovi portinnesti per le sfide del vigneto del futuro

I punti di forza della serie M, moderni strumenti anti climate change. I risultati di campo dei nuovi genotipi frutto del breeding italiano

Cavit e LaVis di nuovo insieme

Patton e Libera firmano l’armistizio sul fronte dell’Adige. Val di Cembra e Ravina, riva sinistra e destra del grande fiume trentino, sono di nuovo a braccetto dopo la separazione di 13 anni fa. L’accordo prevede la cessione di Cesarini Sforza e Casa Girelli

Mezzacorona, la sostenibilità come fattore di successo

Nella piana rotaliana il “green deal” è una realtà praticata con scrupolo da oltre un decennio. Il presidente Luca Rigotti: «La nostra maggiore attenzione è quella di far sì che le sostenibilità ambientale e sociale non siano in contrasto con quella economica». Nel bilancio 2019 il record dei valori di conferimento per i soci

Mal dell’esca, una diffusione inarrestabile

La malattia del legno più diffusa tra i vigneti nazionali è ancora in forte espansione. I suggerimenti per una corretta prevenzione

Terre Cevico galoppa sulle ali del bio

L’export in forte crescita (+12,9%) porta il fatturato del gruppo cooperativo romagnolo a 167 milioni di euro (+1,8%). Boom del vino bio, una scommessa vincente che contribuisce alla conquista del record di primo esportatore in Cina. Marco Nannetti: «Siamo una cooperativa internazionale col cuore in Romagna». Tutti i risultati della gestione 2018-2019 di Terre Cevico presentati a Fattoria Guiccioli di Ravenna

Il ministro Bellanova lancia la cabina di regia del vino

All’evento di lancio del libro “La nuova normativa vitivinicola” il ministro traccia le linee del suo impegno per questa filiera strategica con il coinvolgimento di tutti gli operatori. Riccardo Cotarella (Assoenologi): «Può essere l’occasione per uno sforzo congiunto per ottenere in Europa reciprocità per temi come lo zuccheraggio»

E-Magazine

Tecniche, prodotti e servizi dalle aziende

  • VH ITALIA 2019 - Pronti per ulteriori sfide

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

L'esperto Pac risponde

Approfondimenti sulla politica agricola comune
a cura di Angelo Frascarelli
pac

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori
esperto

Bottone #1

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli
AgriAffaires

la nuova normativa vitivicolavideo

Un nuovo libro che fa chiarezza sulle norme del vino

Presentato a Roma e Verona “La nuova normativa vitivinicola, tracciabilità, semplificazione, autocontrollo dopo il testo unico del vino”. Terminata (o quasi) la pubblicazione dei 35 decreti applicativi che hanno riformato la normativa del vino,  il libro scritto da Stefano Sequino, Luigi Bonifazi e Massimiliano Apollonio interviene in maniera tempestiva con un a lettura operativa a 360° su tutte le fasi che vanno dal vigneto all’imbottigliamento e alla certificazione. Ecco come è stata accolta l’opera dal Ministro Bellanova e da tutte le personalità istituzionali del mondo del vino

Bruxelles lancia un nuovo osservatorio di mercato per il vino

La Commissione Ue promette rilevazioni puntuali delle produzioni e dei prezzi per portare più trasparenza in un mercato che spesso soffre per la mancanza di informazioni
Velasco

Nomen omen

Dare il nome è il primo passo per definire l'identità (e il destino) di una varietà. «Perché allora avere paura di mantenere la chiara indicazione della linea genetica di un nuovo vitigno ottenuto da un incrocio tra un autoctono ed un resistente, a sua volta ottenuto da lunghi reincroci con Vitis vinifera di alto lignaggio per diverse generazioni? L'intervento di Riccardo Velasco, Direttore del Centro di Ricerca in Viticoltura ed Enologia, CREA

Fondazione Edmund Mach, all’avanguardia da 145 anni

Porte aperte a San Michele all’Adige per celebrare il primo centro italiano “One Health”, un modello di efficacia che trae forza dalle sinergie tra formazione, ricerca e trasferimento tecnologico

Cavit e la prima vendemmia 4.0

La cantina trentina presenta un bilancio 2019 che ne testimonia il grado di salute. E da quest’anno uno dei segreti della consorzio è svelato: l’applicazione del sistema digitale Fruitipy meso a punto da Fondazione Bruno Kessler consente di rilevare in vigneto in tempo reale qualità, resa e tempistica della vendemmia
vino

Alleanza delle coop: «In cantina meno vino di quanto ci aspettassimo»

Calo fisiologico dopo l'annata molto generosa del 2018, ma la diminuzione dei volumi è superiore alle previsioni, con riduzioni che vanno dal 20 al 25%

Vitigni figli da non ripudiare

«In futuro le nuove varietà di vite ottenute da incrocio e quelle ottenute attraverso le nuove tecnologie saranno sempre più numerose e avranno nel pedigree vitigni di grande valore. Cosa facciamo?». Il commento di Raffaele Testolin, tra i padri delle nuove varietà resistenti ottenute in Friuli, all’editoriale “Nome e cognome per i vitigni resistenti di VVQ, Vigne, Vini & Qualità di giugno

L’Italia del vino cresce nel mondo (ma meno dei concorrenti)

Il comparto vitivinicolo continua ad essere la locomotiva del nostro export agroalimentare e si appresta, nel 2019, a superare per la prima volta i 6 miliardi di euro di saldo di una bilancia commerciale strutturalmente attiva. L’analisi di Nomisma Wine Monitor mette però in evidenza una crescita, nel primo semestre 2019, meno vigorosa rispetto al passato, il calo significativo del prezzo medio nell’area Ue, la crescita inferiore rispetto ai concorrenti nell’estremo oriente

Allarme, i frodatori son tornati

Nell’era dei controlli digitali, c’è ancora chi è talmente maldestro da prendersi il rischio di produrre falso vino. L'editoriale di Vigne, Vini & Qualità di settembre

Vendemmia meno generosa ma l’Italia resta leader

Per la prima volta Uiv, Ismea e Assoenologi insieme per raccolta, analisi ed elaborazione dei dati. Nel 2019 previsti 46 milioni di ettolitri, con un calo del 16% rispetto al 2018
css.php