Decreto Crescita, agevolazioni Imu anche alle società agricole professionali

commissione agricoltura
Imu: approvato alla Camera l’emendamento al Decreto Crescita proposto da Confagricoltura che equipara le società Iap (imprenditore agricolo professionale) a persone fisiche con stessa qualifica

Confagricoltura esprime soddisfazione per l’approvazione, da parte della Camera dei deputati, dell’emendamento relativo all’applicazione delle agevolazioni IMU alle società in possesso della qualifica IAP (imprenditore agricolo professionale).

Più uniformità nei diversi Comuni

ImuLa misura - art. 16 ter del DL 34/2019, il cosiddetto “Decreto crescita” approvato con voto di fiducia dai Deputati - era stata proposta e sostenuta da Confagricoltura per chiarire definitivamente la questione che aveva suscitato interpretazioni difformi da parte di diversi Comuni e di alcune sezioni regionali dell’ANCI (associazione nazionale Comuni d’Italia) in relazione al pagamento dell’IMU.

Con l’approvazione da parte della Camera (ora si passa al voto definitivo in Senato), i soggetti IAP societari vengono equiparati alle persone fisiche in possesso della stessa qualifica, e quindi non sono soggetti al pagamento dell’imposta.

Effetto retroattivo

L’emendamento - evidenzia l’organizzazione degli imprenditori agricoli - ha effetto retroattivo, poiché richiama espressamente l’interpretazione autentica della disposizione (ex art. 1 dello Statuto del contribuente) confermando quanto sempre sostenuto da Confagricoltura fin dall’entrata in vigore dell’IMU.

Decreto Crescita, agevolazioni Imu anche alle società agricole professionali - Ultima modifica: 2019-06-25T10:33:22+00:00 da Lorenzo Tosi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome