Incendio in Sardegna, via a raccolta fondi per le aziende agricole colpite

incendio
Si parla di un miliardo di danni. Copagri lancia un'iniziativa di solidarietà, ecco come aderire

Mentre in Sardegna prosegue la drammatica conta dei danni causati dall'incendio dei giorni scorsi, che ha distrutto oltre ventimila ettari di terreni, danneggiando sensibilmente abitazioni e infrastrutture e radendo al suolo centinaia di aziende agricole, arrecando al contempo ingenti danni ecosistemici ed economici, prosegue il lavoro per tutelare quel poco che resta della biodiversità dell’oristanese, zona conosciuta per la sua ricca fauna selvatica e per la corposa macchia mediterranea. Così Copagri e Confagricoltura fanno la loro parte con una raccolta fondi per sostenere concretamente i tanti agricoltori che hanno letteralmente visto andare in fumo il loro lavoro.

«Nel frattempo, la Procura di Oristano ha aperto un fascicolo contro ignoti e si cominciano a profilare stime più dettagliate dei danni, che sembrano aggirarsi intorno al miliardo di euro, anche se bisognerà ancora attendere per avere un quadro più preciso della situazione – fa sapere il presidente della Copagri Franco Verrascina – a questa drammatica stima va poi aggiunto l’incalcolabile danno in termini ecosistemici, che ricadrà sull’economia e sul primario dell’Isola, e il rischio idrogeologico derivante dalla scomparsa della vegetazione».

 

 

Chi vuole contribuire può fare un versamento sui conti correnti dedicati utilizzando questi Iban:

IT25K0101517400000070770859 e inserendo come causale "Contributo volontario ad aziende danneggiate incendio Montiferru Planargià".

Oppure:

IT37I0103003283000061441808 inserendo la causale "Emergenza incendi Sardegna – Confagri" (specificare la provincia del donatore)

Il ricavato sarà interamente dedicato alle attività di ricostruzione delle imprese colpite, con il coinvolgimento delle istituzioni.

Regione in campo per assicurare foraggio agli animali

In seguito alle disastrose giornate vissute dagli allevatori delle zone devastaste dai roghi, stante la difficoltà per gli stessi nell’approvvigionamento di alimenti zootecnici per gli animali scampati alla violenza delle fiamme, l’assessorato dell’agricoltura sta mettendo in campo tutte le azioni possibili per assicurare disponibilità di foraggi, fieni e mangimi alle aziende zootecniche sufficienti ad assicurare copertura alimentare per il bestiame allevato.

Nell’immediato c'è la disponibilità di Agris Sardegna, l’Agenzia regionale per la ricerca in agricoltura, viste le propria disponibilità e fatte salve le scorte necessarie per il bestiame aziendale, a fornire adeguati quantitativi di foraggio proveniente dai propri campi sperimentali, da destinare, quale tangibile segno di solidarietà verso la comunità del Montiferru, alle aziende zootecniche duramente provate dalla violenza dell’incendio. Presi i necessari contatti con le Amministrazioni comunali dei territori colpiti, già lunedì mattina, 2 agosto, sarà trasferito il primo carico di fieno di orzo e avena presso il Centro di raccolta della Protezione Civile situato ad Ottana. Ulteriori quantitativi, in fase di definizione, saranno assicurati nelle giornate successive.

Le forniture saranno effettuate in raccordo e coordinamento con la Protezione Civile e i Comuni interessati. Sono in fase di predisposizione altri interventi finalizzati al reperimento di ulteriori scorte di alimenti zootecnici che consentano di sopperire alle esigenze alimentari del bestiame nei prossimi mesi estivi.

Per effettuare interventi strutturali urgenti, in particolare per il ripristino delle recinzioni aziendali, si sta attivando una modifica finanziaria del Programma di Sviluppo Rurale destinando maggiori risorse alla misura 5 che consente l’erogazione di contributi a totale copertura delle spese in caso di danni conseguenti ad eventi catastrofici. E’ in fase di approvazione, inoltre, un decreto che prevede la deroga per l’utilizzo di alimenti zootecnici convenzionali per le aziende che praticano i metodi dell’agricoltura biologica.

Il provvedimento è finalizzato ad evitare che le aziende interessate, gravemente danneggiate dai roghi, possano incorrere in sanzioni determinate dal mancato rispetto delle norme europee in materia. Per un celere rilevamento dei danni subiti dalle aziende agro-zootecnico è stata definita una task force composta da tecnici di Laore che operano sul territorio avvalendosi di applicazioni e mappe elaborate dalla Protezione Civile regionale.

Incendio in Sardegna, via a raccolta fondi per le aziende agricole colpite - Ultima modifica: 2021-07-29T16:29:28+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome