Il meeting annuale dell’Aaic sulle colture industriali arriva a Bologna

colza Feliciano KWS
La 32ª edizione del convegno internazionale AAIC (Association for the Advancement of Industrial Crops) dal titolo “INDUSTRIAL CROPS AND PRODUCTS UNLOCKING THE POTENTIAL OF BIOECONOMY” si terrà dal 5 all’8 settembre 2021 presso le strutture del DISTAL (Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari – Viale G. Fanin 44) dell’Università di Bologna

Piante da fibra, piante da olio, piante da gomma naturale e resine, piante a scopo medicinale e nutraceutico, ma anche tante altre colture e sottoprodotti. Le colture industriali forniscono molte materie prime che possono essere impiegate per realizzare materiali di alto valore, come bioplastiche, biocomustibili, fibre tessili,  nonché prodotti farmaceutici.

Gli impieghi e le potenzialità sono numerosi. E proprio per l'importanza strategica che la coltivazione di queste piante può avere nel mercato nazionale, la 32ª edizione del convegno internazionale AAIC (Association for the Advancement of Industrial Crops) dal titolo “INDUSTRIAL CROPS AND PRODUCTS UNLOCKING THE POTENTIAL OF BIOECONOMY” ha l'obiettivo di dare quanto più ampio respiro a un tema che può sembrare di nicchia ma che è assolutamente attuale nell'ambito delle politiche europee sulla bioeconomy. Per queste ragioni l'evento non sarà solo da e per una platea scientifica, ma avrà tanti interventi da parte di tutti gli operatori del settore fino ai rappresentanti politici.

 

 

Per la prima volta in Europa e in Italia

L’edizione di quest’anno, programmata eccezionalmente in Europa, sarà ospitata per la prima volta da un ateneo italiano: dal 5 all’8 settembre 2021 presso le strutture del DISTAL (Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari – Viale G. Fanin 44) dell’Università di Bologna.

L’evento, presieduto e organizzato dalla Dott. Federica Zanetti, ricercatrice presso il Distal dell’Università di Bologna, in collaborazione con Avenue Media, Fulgar e Smart Earth Corp., si svolgerà in modalità ibrida, in ottemperanza alle attuali disposizioni Covid-19, e garantirà a tutti gli iscritti la partecipazione in presenza e/o online, tramite piattaforma “Zoom”.

Con oltre cento partecipanti registrati - tra esperti, ricercatori, docenti e operatori del settore provenienti da tutto il Mondo - e 110 abstract raccolti, il convegno rappresenterà l’occasione perfetta per fare il punto sui progressi della ricerca scientifica e dell’innovazione con alcuni dei protagonisti dell’agronomia, dell’allevamento, della produzione e dell’engineering. In particolare, saranno esaminate alcune delle prospettive più interessanti delle colture industriali, cioè quelle colture non specificamente utilizzate per applicazioni alimentari (amido, oli, fibre, energia, principi attivi, metaboliti secondari e gomma) con focus sulle opportunità per il mercato italiano e Europeo.

I contenuti del convegno

La scaletta degli interventi e delle attività formative in programma durante le giornate dell’evento, si articolerà in 5 sessioni tematiche:
• Oilseeds
• Natural Rubber and Resins
• Medicinal and Nutraceutical Crops
• Fiber and Lignocellulosic Crops
• General Crops and Products

 

Programma definitivo

Il meeting annuale dell’Aaic sulle colture industriali arriva a Bologna - Ultima modifica: 2021-09-02T16:43:10+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome