Il ministro Martina si è dimesso

ministro
Maurizio Martina
Le deleghe relative sono state assunte ad interim dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

«Da questo pomeriggio non sono più Ministro delle politiche agricole. Ho rassegnato le dimissioni per rispetto del ruolo istituzionale che ho avuto l'onore di ricoprire e per l'impegno che sono chiamato a svolgere in questa fase per il Partito Democratico». Così il ministro Maurizio Martina ha ufficializzato ieri sera le sue dimissioni dall’incarico, ricevuto nel febbraio 2014, perchè impegnato a tempo pieno nella direzione del Pd. Le deleghe relative sono state assunte ad interim dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni.

«Ringraziamo Martina per il lavoro svolto ed il contributo dato negli anni in cui ha ricoperto la carica di ministro delle Politiche agricole» ha commentato il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, che apprezza la sensibilità istituzionale delle sue dimissioni, comprendendo le ragioni che ne sono alla base.

«Siamo grati a Martina per la proficua collaborazione di questi anni che ha portato importanti risultati all'agricoltura italiana» ha commentato il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo. «Risultati che vanno dal taglio della fiscalità, al sostegno all'insediamento dei giovani nelle campagne, fino all'etichettatura made in Italy per importati categorie di prodotto come lattiero caseari, pasta, riso e derivati del pomodoro.  È importante che il presidente del Consiglio Gentiloni garantisca anche in questa fase transitoria la necessaria attenzione al settore che è diventato una risorsa strategica per il Paese soprattutto alla luce degli importanti appuntamenti comunitari».

Un augurio «di buon lavoro per il ruolo di segretario del Partito democratico» è venuto dal presidente della Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani, Gianni Dalla Bernardina che ha ricordato come «ora il compito di presidiare l’agricoltura spetti al presidente del Consiglio Gentiloni. È un incarico di responsabilità, soprattutto in questa fase di transizione. Non si dimentichi che il settore agricolo è strategico per l’economia italiana».

«Ringraziamo Maurizio Martina per l’impegno che ha dedicato all’agroalimentare italiano durante il suo mandato da Ministro, in particolare per l’attenzione dedicata agli asset strategici del settore e alle politiche di internazionalizzazione». Così Giorgio Mercuri, Presidente Alleanza delle Cooperative Agroalimentari, ha commentato le dimissioni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome