Imu terreni agricoli, confermata l’esenzione per Cd e Iap pensionati

Imu pensionati
Lo prevede una risoluzione del ministero dell'Economia, in corso di adozione. La soddisfazione delle Organizzazioni professionali.

Una risoluzione del dipartimento della Finanze del ministero dell'Economia, in corso di adozione, stabilisce che anche ai Cd e Iap pensionati, iscritti alle relative gestioni previdenziali che continuano a condurre i propri terreni, spetta l'esenzione dal pagamento dell'Imu sui terreni agricoli previste per i colleghi non pensionati. «È stata accolta una richiesta specifica di Confagricoltura. Siamo intervenuti stigmatizzando le azioni messe in atto da molteplici comuni per il recupero dell'Imu dal 2012 ad oggi; abbiamo sempre sostenuto che non si possono penalizzare quegli agricoltori che, anche se pensionati, sono attivamente operativi» si legge in una nota dell’Organizzazione.

Secondo Coldiretti «il dubbio era nato relativamente a una presunta incompatibilità tra il fatto di godere del trattamento pensionistico e l'agevolazione Imu e, su precisa richiesta di Coldiretti, in una nota il dipartimento ha chiarito che la legge prevede l'obbligo per coloro che sono qualificati come Cd o Iap di iscriversi nella gestione previdenziale dei coltivatori diretti, dei coloni e dei mezzadri, purchè svolgano tale attività con abitualità e prevalenza, ma senza che questa sia la loro esclusiva fonte di reddito. Il fatto dunque di godere del trattamento pensionistico non fa venire meno l'esenzione Imu. Un provvedimento che rappresenta un riconoscimento importante del senso del valore sociale dell'agricoltore e del contadino».

«Finalmente – affermano Cia-Agricoltori Italiani e Anp - Associazione nazionale pensionati - si pone rimedio ad un’ingiustizia che abbiamo sempre denunciato. Nel 2017 abbiamo portato avanti questa istanza con iniziative su tutto il territorio nazionale, sensibilizzando le Istituzioni preposte. Questa risoluzione la consideriamo una nostra vittoria».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome