Cpr System, il fatturato sale dell’1,7%

ortofrutta imballaggi di plastica
L’utile netto (1,9 milioni di euro) cresce del 38,9%

Cpr System, azienda leader nel settore degli imballaggi in plastica a sponde abbattibili, il 22 giugno scorso in occasione del 20° anniversario della fondazione ha tenuto una tavola rotonda sui temi dell’economia circolare e della sostenibilità, durante la quale ha presentato i risultati di bilancio per il 2017.

Con un fatturato che supera i 55,7 milioni di euro (+1,7%) e un utile netto di 1,9 milioni di euro (+38,9%), la cooperativa con sede a Gallo (Fe) ha registrato un 2017 di successi.

Crescono patrimonio netto, a quota 36,84 milioni di euro (+7,4%), e capitale sociale, che sale a 17,1 milioni di euro (+5,9%). Segno positivo anche per le movimentazioni complessive che arrivano a 134,5 milioni (+2,33% per le cassette, + 1,74% per i pallet e +2,03% per i mini bins).

A questi risultati contribuisce l’attività di Fc Log, società controllata da Cpr System e dal 2015 operante anch’essa nel settore del pooling logistico verso distributori non soci, portando il fatturato consolidato di gruppo a 57,8 milioni di euro. Le cassette a sponde abbattibili Cpr System vengono ritirate dai produttori dai depositi dell’azienda, confezionate con il prodotto e consegnate ai punti vendita della distribuzione organizzata dove, una volta svuotate, vengono ritirate, sanificate e rimesse in circuito. Quelle danneggiate vengono rigranulate per dare vita a nuove cassette.

«Da 100mila a oltre 130 milioni di movimentazioni in vent’anni: quella di Cpr System è la storia di una scommessa vincente – sottolinea Francesco Avanzini, presidente Cpr System -. I risultati del 2017 sono una ulteriore conferma della scelta strategica fatta: dare risposte efficaci alle esigenze della filiera agricola e di quella distributiva attraverso una struttura in grado di creare un sistema virtuoso per l’ambiente e per tutti gli attori coinvolti».

Nel corso della tavola rotonda sono stati presentati anche i dati del Monitor Ortofrutta 2018 di Agroter per Cpr System. Il 66% dei consumatori è disposto a spendere dal 5% a oltre il 20% in più per frutta e verdura prodotte e distribuite in modo sostenibile (riciclando gli imballaggi monouso, riducendo l’impiego di prodotti preconfezionati a favore di prodotti sfusi, utilizzando imballaggi che allungano la vita dei prodotti, ecc.).

«Il tema della sostenibilità è sempre più determinante nelle scelte dell’impresa – afferma Avanzini – perché ridurre gli impatti ambientali significa anche abbassare i costi economici e avere un vantaggio competitivo nei confronti dei consumatori sempre più attenti e sensibili a questi aspetti».

Per informazioni:

CPR SYSTEM

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome