Psr, la Sicilia evita il disimpegno sul filo di lana

Sicilia
Entro il 31 dicembre 2019 la Sicilia ha raggiunto il target imposto da Bruxelles (821 milioni di spesa) e l’ha superato di 50 milioni. Decisivi lo sblocco dei pagamenti per il primo insediamento e il trascinamento delle spese della vecchia programmazione

In zona Cesarini, ma la Sicilia ce l’ha fatta. Il disimpegno automatico non scatterà. Al 31 dicembre 2019 la spesa del Psr 2014-2020 non solo ha raggiunto il target imposto da Bruxelles (821 milioni di euro), ma l’ha superato di 50 milioni.

L’assessore all'Agricoltura Edy Bandiera e il dirigente generale Dario Cartabellotta sono riusciti a stupire i tanti che davano già per scontata la mannaia di Bruxelles sulla ricca dotazione di 2 miliardi e quasi 200 milioni di euro del Psr siciliano. Per inciso: la più ricca tra le regioni italiane.

Sbloccati i fondi per i giovani

È andata bene, dunque. Anche grazie al pagamento degli acconti sul premio di primo insediamento ai giovani agricoltori. Al 31 dicembre si contano 971 beneficiari che in totale hanno ricevuto 22 milioni di euro dopo che era stata sbrogliata una matassa che rischiava di bloccare sine die la misura 6.1 e l’insediamento dei giovani agricoltori (1.625 per l’esattezza).

Infatti, l’ordinanza emessa dal Tar ai primi di dicembre aveva sparigliato le carte e rimesso in gioco la graduatoria di maggio che non teneva conto dell’esito della procedura di soccorso istruttorio. Ma a rimettere le cose a posto ci ha pensato il Consiglio di giustizia amministrativa a cui immediatamente aveva fatto ricorso l’amministrazione regionale. Il Cga, nelle more della decisione collegiale in camera di consiglio (prevista per il 15 gennaio), ha accolto la domanda di misure cautelari monocratiche e sospeso l’ordinanza perché “nel bilanciamento dei contrapposti interessi, deve ritenersi, in questa fase, prevalente quello dell’Amministrazione appellante, suscettibile di pregiudizio irreparabile”.

Sicilia

Sicilia, accelerazione della spesa tra maggio e dicembre

La spesa certificata del Psr 2014-2020 della Sicilia è dunque di 871 milioni di euro, pari al 40% della dotazione complessiva. Tra maggio e dicembre 2019 c'è stata un’accelerazione decisiva. In questo periodo sono stati spesi 225 milioni riferiti alla nuova programmazione e 17 riferiti al precedente settennio.

Tra le spese importanti, oltre all’insediamento dei quasi mille giovani, ci sono 150 milioni destinati a tutte le “misure agroambientali” e 38 destinati a 80 aziende dell’agroalimentare. E tra i successi inanellati nel 2019, l’Autorità di gestione può vantare anche quello delle strade rurali. Per spendere i 12 milioni necessari a realizzarne 35, sono state superate pastoie burocratiche inimmaginabili, dovute al coinvolgimento delle amministrazioni comunali oltre che dei singoli imprenditori.

Psr, determinanti i trascinamenti della vecchia programmazione

Ma a giocare un ruolo determinante per il superamento del target di spesa sono stati i trascinamenti della precedente programmazione. Degli 871 milioni di spesa certificata, infatti, solo 225 si riferiscono alla nuova programmazione.

Rimane poi il problema del grave ritardo accumulato sulla misura 4.1 degli investimenti aziendali. Dei cento milioni di euro del bando emesso il 14 dicembre 2016, infatti, ne sono stati spesi solo 14, andati a 65 aziende. Sulla graduatoria pendono ancora 35 ricorsi che andranno presto a sentenza. Questi ricorsi, insieme a quelli per cui il Tar ha già emesso ordinanze e che sono stati inseriti nella graduatoria dei progetti finanziabili, hanno di fatto bloccato gran parte della ricca dotazione della misura.

Nel frattempo, gli agricoltori le cui aziende avevano dimensioni troppo contenute per partecipare al bando del 2016 fremono per vedere la pubblicazione del secondo bando della misura 4.1. All’assessorato Agricoltura assicurano che vedrà la luce entro la fine di gennaio 2020. Avrà una dotazione di 40 milioni euro e, diversamente dal precedente, prevederà un tetto massimo di 300mila euro per azienda.

Psr, la Sicilia evita il disimpegno sul filo di lana - Ultima modifica: 2020-01-07T11:37:59+00:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome