Psr Sicilia, si sbloccano i fondi per i giovani imprenditori

Psr Sicilia
Dopo un travagliato iter via libera a 260 milioni di finanziamenti del per Sicilia destinati agli imprenditori agricoli under 41

Mille progetti per 1.625 giovani imprenditori agricoli. Sono questi i numeri della sottomisura 6.1 del Psr Sicilia 2014-2020 per i quali saranno presto emessi i decreti di finanziamento. A distanza di oltre due anni dalla pubblicazione del bando, l’Autorità di gestione ha dato il via libera alla graduatoria definitiva. L’atto è stato preceduto da un travagliassimo iter che ha visto numerosi ricorsi vincenti al Tar tanto da convincere l’amministrazione alla (tardiva) applicazione del soccorso istruttorio che è stata sfruttata da ben 999 soggetti.

In ballo ci sono 260 milioni di euro che comprendono la dotazione destinata al premio di primo insediamento passata dagli iniziali 40 milioni di agli attuali 65 e il plafond delle altre sottomisure e operazioni collegate ovvero 160 milioni per la 4.1 (investimenti), 25 milioni per la 6.4a (agriturismo) e 10 milioni per la 8.1 (forestazione).

Psr Sicilia: basteranno 260 milioni?

Non sono in pochi a sollevare dubbi circa la sufficienza della dotazione delle misure collegate che non ha subito variazioni quando è stata aumentata quella del premio per il primo insediamento. Se non ci fossero risorse sufficienti per coprire la richiesta di finanziamenti per il “pacchetto giovani”, infatti, pure quelli in graduatoria utile che avrebbero diritto al premio per il primo insediamento potrebbero essere messi di fronte alla difficile scelta di dover fare il loro investimento senza l’aiuto dei fondi del Psr che, com’è noto, copre il 75% della spesa ammessa.

Finanziamenti, prossimo step il 20 settembre

I progetti sono distribuiti in tutte le nove province siciliane: 84 ad Agrigento e altrettanti a Caltanissetta; 141 a Catania; 180 a Enna; 140 a Messina; 233 a Palermo; 43 a Ragusa; 44 a Siracusa; e 51 a Trapani.

Spaziano tra i diversi comparti dell’agricoltura: agrumicolo, orticolo, olivicolo, frutticolo, leguminose, piante officinali alla frutta secca, zootecnia da carne e lattiero caseario. E ancora diversificazione delle attività aziendali, come agriturismo e accoglienza nelle aree rurali, oltre che realizzazione di boschi produttivi che contribuiscono al miglioramento ambientale, paesaggistico e alla riduzione delle emissioni di gas serra.

Per gli agognati decreti di finanziamento ci sarà però da aspettare ancora un po’. Ci sono 60 giorni di tempo per presentatore eventuale ricorso al Tar, ma nel frattempo è stato fissato il termine del 20 settembre per la consegna della documentazione necessaria per l’emissione del decreto di finanziamento.

Psr Sicilia
Edgardo Bandiera, assessore all'Agricoltura della Regione Siciliana

Musumeci e Bandiera: nuova vita per l'agricoltura siciliana

«Siamo di fronte a una nuova stagione dell’agricoltura in Sicilia segnata da un vero e proprio ricambio generazionale, da nuove competenze e da significative innovazioni nei processi produttivi - afferma l’assessore regionale all’agricoltura Edy Bandiera - un’agricoltura che cambia per assicurare nuove opportunità a quei giovani siciliani che stanno raccogliendo quest’opportunità per affacciarsi al mondo del lavoro».

Il governatore della Sicilia Nello Musumeci insieme alla soddisfazione di aver portato a termine un iter travagliato offrendo così «nuove opportunità di impresa ai giovani siciliani che vogliono tornare nelle campagne» ha sottolineato che i giovani imprenditori agricoli sono «un grande capitale umano, particolarmente qualificato, che sono certo potrà far fare un salto di qualità alla nostra agricoltura. So bene che serve ancora molto altro per abbattere le diseconomie dei nostri imprenditori, ma ci stiamo lavorando giorno dopo giorno. E a ottobre contiamo di presentare un Piano globale di rilancio dell’impresa agricola».

Psr Sicilia, si sbloccano i fondi per i giovani imprenditori - Ultima modifica: 2019-08-12T13:54:40+00:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome