Settore vitivinicolo, cambiano le scadenze: tutte le proroghe e le deroghe

impianti viticoli
Per l'emergenza coronavirus Agea modifica il calendario del settore vitivinicolo, dalla riconversione vigneti all'autorizzazione all'impianto

L’emergenza Covid 19 e le conseguenze sulla mobilità delle persone generano una serie di difficoltà a espletare le pratiche ordinarie in tutti i settori agricoli, in particolare in quello vitivinicolo.

 

 

Per questa ragione, a seguito dell’emanazione del Decreto Ministeriale 31 marzo 2020, n. 3318, la Circolare Agea n. 24100 del 6 aprile 2020 ha autorizzato una serie di proroghe e deroghe. In particolare vengono interessate le disposizioni in vigore per il settore vitivinicolo:

 

 

  • Circolare Agea n. 21714 del 19 marzo 2020, inerente alla misura della Ristrutturazione e Riconversione dei Vigneti;
  • Circolare Agea n. 47789 del 29 maggio 2019, concernente la misura degli Investimenti;
  • Circolare Agea n. 11517 del 13 febbraio 2020, concernente il sistema delle autorizzazioni degli impianti viticoli.

Ristrutturazione e riconversione dei vigneti

La Circolare Agea n. 21714 del 19 marzo 2020 modifica, per la sola campagna di acquisizione delle domande 2020/2021:

  • la data della presentazione delle domande di aiuto per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti dal 31 maggio 2020 al 15 luglio 2020, con apertura dei sistemi informativi dal 2 maggio 2020;
  • la data di termine di definizione delle operazioni istruttorie e la compilazione delle graduatorie di ammissibilità delle domande dal 30 novembre 2020 al 15 gennaio 2021.

A seguito della significativa variazione delle date, i controlli ex-ante, nella misura del 5% relativi alla campagna 2020/2021, non saranno eseguiti.

Non si applicano le sanzioni

Agea ha confermato che a tutte le domande in essere ed in corso di liquidazione e che rientrino nella fattispecie di coloro che non hanno realizzato l’intera superficie oggetto della domanda di aiuto, non si applicano le ulteriori sanzioni specificate dal D.M. 1411/2017. Pertanto, coloro che non abbiano realizzato almeno il 50% della superficie ammessa non subiranno l’esclusione per tre anni dalla misura, da parte degli Organismi Pagatori, all’incameramento della fidejussione.

Tale penalità non si applica nemmeno a coloro che non abbiano presentato nei termini la domanda di saldo.

Per le campagne 2017/2018 e 2018/2019 il termine ultimo per la presentazione della domanda di pagamento del saldo è fissato al 20 giugno 2021.

Misura degli investimenti

Con riferimento alla Circolare n. 47789 del 29 maggio 2019, Agea precisa che, per la campagna 2019/2020, a cui afferiscono anche i progetti biennali relativi alla campagna 2018/2019, al fine di favorire tutti gli interventi programmati dai richiedenti l’aiuto, le Regioni, in accordo con il competente Organismo Pagatore, consentono ai beneficiari la modifica del progetto già approvato da annuale a biennale e da biennale a triennale. Inoltre, al beneficiario, che ha fatto istanza di modifica progetto, è consentito di richiedere il pagamento in forma anticipata, secondo le regole già preesistenti.

Non necessaria l'autorizzazione preventiva

Sempre limitatamente alla campagna 2019/2020, a cui afferiscono anche i progetti biennali relativi alla campagna precedente (2018/2019), viene consentito al beneficiario di apportare modifiche ai progetti approvati dandone comunicazione all’Ente istruttore. Tali modifiche, anche se di natura strategica, non necessitano della preventiva autorizzazione da parte dell’autorità competente all’istruttoria.

Le comunicazioni di modifica dovranno essere trasmesse dai beneficiari non oltre il trentesimo giorno solare precedente i termini per la presentazione delle domande di pagamento di saldo. L’ente istruttore competente dovrà completare l’istruttoria in tempo utile affinché il beneficiario possa eseguire la compilazione e la presentazione della domanda di pagamento di saldo entro i termini stabiliti, nel rispetto della modifica richiesta al progetto ad investimenti.

Per la ristrutturazione e riconversione dei vigneti, le penalità di cui al punto 14 della Circolare 47789/2019 non si applicano per la campagna 2019/2020, in quanto, come indicato nello stesso articolo, è intervenuta una causa di forza maggiore, ovvero la crisi dovuta per la pandemia Covid 19.

Autorizzazione impianti viticoli

Per quanto attiene alla Circolare Agea n. 11517 del 13 febbraio 2020, la data di definizione dell’istruttoria per la verifica dei requisiti di accesso alle graduatorie, per la concessione di autorizzazioni degli impianti viticoli, viene spostata, per la presente campagna 2020, dal 30 maggio 2020 al 15 luglio 2020.

vignetoInoltre, si conferma quanto già anticipato con Nota Agea n. 23775 del 30/03/2020 e cioè che la data di termine per l’acquisizione delle domande di autorizzazione per i nuovi impianti viene spostata, per la presente campagna 2020, dal 31 marzo 2020 al 30 maggio 2020.

Pertanto, le richieste ammissibili raccolte a livello nazionale dovranno confluire nel Sian entro il 15 giugno 2020.

Settore vitivinicolo, cambiano le scadenze: tutte le proroghe e le deroghe - Ultima modifica: 2020-04-16T18:09:15+02:00 da Gianni Gnudi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome