Siccità, da Ue via libera a sostegno per gli agricoltori

siccità
Le misure adottate per migliorare il flusso di cassa permetteranno agli agricoltori di ricevere fino al 70% dei pagamenti diretti a partire da metà ottobre 2019 e l'85% dei pagamenti per lo sviluppo rurale

Buone notizie per gli agricoltori europei e quindi anche per quelli italiani. Gli Stati membri dell'Unione hanno approvato una serie di misure di sostegno proposte dalla Commissione per alleviare le difficoltà finanziarie cui gli agricoltori devono far fronte a causa di condizioni meteorologiche avverse e per aumentare la disponibilità di alimenti per gli animali.

Fino al 70% dei pagamenti diretti già a metà ottobre

Le misure, concordate dagli Stati membri in una riunione di comitato, prevedono la possibilità di pagamenti anticipati più elevati e, in via eccezionale, diverse deroghe alle norme in materia di inverdimento affinché gli agricoltori dispongano di alimenti sufficienti per gli animali. Gli agricoltori interessati potranno usufruire di una percentuale più elevata dei pagamenti della Pac per migliorare il flusso di cassa e potranno tra l'altro ricevere fino al 70% dei pagamenti diretti a partire da metà ottobre 2019 e l'85% dei pagamenti per lo sviluppo rurale non appena il pacchetto di misure sarà formalmente adottato a inizio settembre.

Saranno inoltre consentite deroghe a determinate norme sull'inverdimento per aumentare la disponibilità di foraggio, tra cui la possibilità di:

  • considerare i terreni lasciati a riposo come colture distinte o aree di interesse ecologico, anche se sono stati utilizzati per il pascolo o la raccolta;
  • seminare "colture intercalari" in "coltura pura" (anziché in coltura mista, come attualmente prescritto), se destinate al pascolo o alla produzione foraggera;
  • accorciare il periodo minimo di 8 settimane previsto per le colture intercalari per consentire ai produttori di seminativi di seminare in tempo utile le colture invernali dopo quelle intercalari.

Siccità, sostegno per 18 Stati membri

Il pacchetto di misure dovrebbe essere formalmente adottato all'inizio di settembre. La Commissione rimarrà in contatto con tutti gli Stati membri per quanto riguarda l'impatto della siccità. Le misure concordate riguardano 18 Stati membri dell’Ue: Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Croazia, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Polonia, Portogallo, Romania, Finlandia e Regno Unito

«Da quando gli eventi climatici estremi hanno iniziato a manifestarsi abbiamo seguito attentamente la situazione e siamo pronti a sostenere i nostri agricoltori - ha detto il Commissario per l'Agricoltura e lo sviluppo rurale Phil Hogan - la Commissione è in stretto contatto con tutti gli Stati membri e reagisce rapidamente laddove necessario. Le misure attuali intendono sostenere finanziariamente gli agricoltori europei e proteggerli in caso di penuria di foraggio per il bestiame».

Siccità, da Ue via libera a sostegno per gli agricoltori - Ultima modifica: 2019-08-28T17:31:43+00:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome