Cifo, un ruolo da protagonista ad Agri Kiwi Expo 2020

agri kiwi expo
Francesco Acinapura, Sales Support Cifo durante la sua relazione ad Agri Kiwi Expo
Un intervento sul ruolo dei biostimolanti in condizioni difficili

Con la ripresa delle fiere di settore è tornata anche Agri Kiwi Expo, unica fiera nazionale dedicata in forma esclusiva al kiwi, che si è svolta a Cisterna di Latina (Latina) area Fiera ex Nalco.

Anche quest’anno Cifo ha avuto un ruolo di rilievo all’interno della manifestazione, che come di consueto ha affiancato al momento espositivo una serie di interessanti contenuti scientifici, per affrontare tutte le opportunità e prospettive del settore actinidicolo.

Dopo l’inaugurazione ufficiale con le autorità, è stato infatti Francesco Acinapura, Sales Support Cifo, ad aprire, nel pomeriggio di sabato, la sessione dedicata alle relazioni degli espositori, con l’intervento sul tema “Il ruolo dei biostimolanti per produrre in condizioni difficili”.

Soluzioni ottimali

«Cifo ha un’esperienza di ormai 55 anni nella nutrizione vegetale – spiega Acinapura – grazie alla quale può offrire agli agricoltori delle soluzioni ottimali e al tempo stesso sostenibili. Tra queste, ci sono i nostri biostimolanti, che utilizzano solo materie prime purissime e offrono un supporto particolarmente importante, perché in grado non solo di promuovere lo sviluppo e la crescita dei frutti, ma anche di aumentare la resistenza delle piante agli stress idrici e termici, e di ottenere i migliori risultati nelle condizioni più difficili».

Il prodotto di punta Cifo è sicuramente il Macys BC 28, composto al 100% da estratto puro di Macrocystis Integrifolia, un’alga bruna canadese, ricca di vitamina E e polisaccaridi (laminarine, alginati), che presenta un’altissima concentrazione di sostanze biologicamente attive. E proprio dall’esperienza positiva di Macys sono nati, grazie al reparto Ricerca & Sviluppo, i due prodotti novità 2020 la cui azione combinata consente di ottenere risultati ancora più performanti in condizioni sfavorevoli: si tratta di Blok L e Blok Sinergy.

Quantità e qualità

Blok L combina alla Macrocystis integrifolia una selezione di terpeni ottenuta grazie alla tecnologia Te.Co. con lo scopo di aiutare la pianta a reagire alle condizioni difficili del terreno, mentre Blok Sinergy è un prodotto ad azione specifica d’inoculo di funghi micorrizici e batteri del suolo, conforme al decreto legislativo 75/2010, che consente di migliorare l’assorbimento dei nutrienti e quindi particolarmente utile in caso di terreni disidratati.

Grazie all’uso combinato di questi due prodotti innovativi, la pianta che cresce in condizioni difficili, riesce a reagire e portare a termine il raccolto con soddisfazione in termini di quantità e qualità.

Cifo, un ruolo da protagonista ad Agri Kiwi Expo 2020 - Ultima modifica: 2020-10-16T13:00:27+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome