Consulenza alle aziende agricole per favorire l’innovazione in campo

Il settore “Agricoltura Sostenibile e verde ornamentale del Centro agricoltura ambiente” Caa “Giorgio Nicoli” svolge attività di ricerca e sperimentazione al fine di sviluppare e diffondere tecniche innovative di difesa a basso impatto ambientale nei confronti di malattie e insetti dannosi alle colture agrarie. I risultati di questa attività vengono divulgati agli imprenditori agricoli, attraverso un servizio di assistenza tecnica per l’applicazione della produzione integrata e della lotta biologica nelle aziende agricole.

I tecnici del Caa sono accreditati dalla Regione Emilia-Romagna per fornire attività di consulenza individuale, cofinanziata nell’ambito del Programma di sviluppo rurale (Psr) 2014-2020 (Misura M02). L’attività di consulenza viene realizzata attraverso proposte di servizio di consulenza, approvate e pubblicate nel sito della Regione Emilia-Romagna “Catalogo Verde”. Questo sito contiene proposte di servizio di consulenza aziendale individuale rivolte agli imprenditori agricoli.

Le proposte, del Caa approvate e pubblicate nel “Catalogo Verde”, sono inerenti alle tematiche:

  • Difesa a basso impatto per il controllo delle avversità in agricoltura (Focus Area 4 B);
  • Agricoltura biologica (Focus Area 4 B).
La viticoltura è uno dei settori al centro dell’attività del Caa

I titoli delle proposte di consulenza sono:

  • Tecniche di lotta biologica nei confronti delle cocciniglie farinose della vite (Planococcus ficus e Pseudococcus comstocki);
  • Tecniche di difesa a basso impatto ambientale nei confronti delle cocciniglie farinose della vite (Planococcus ficus e Pseudococcus comstocki);
  • Tecniche per riduzione dei nitrati nelle falde acquifere;
  • Mal dell’esca della vita: metodi e tecniche di difesa a basso impatto ambientale;
  • Metodi e tecniche di difesa biologica nei confronti del Mal dell’Esca della Vite;
  • Strategie di difesa nei confronti degli elateridi du mais in agricoltura biologica;
  • Tecniche di difesa a basso impatto ambientale nei confronti delgi elateridi su mais;
  • Strategie di difesa a basso impatto ambientale per il controllo dei fitofagi su cereali e colture proteoleaginose;
  • Strategie di difesa a basso impatto ambientale per il controllo delle crittogame dei cereali autunno vernini;
  • Strategie di difesa a basso impatto ambientale per il contenimento delle micotossine dei cerali (frumento e mais);
  • Strategie di difesa a basso impatto ambientale per il contenimento delle micotossine dei cerali (frumento e mais) in agricoltura biologica;
  • Tecniche per la riduzione dei nitrati nelle falde acquifere sulle colture erbacee e su vite;
  • Difesa a basso impatto ambientale per il controllo crittogame della vite (peronospora e oidio);
  • Strategie di difesa in agricoltura biologica per il controllo controllo delle crittogame della vite (peronospora e oidio);
  • Gestione sostenibile per la riduzione dei nitrati nelle falde acquifere su colture ortofrutticole non aderenti all’Ocm;
  • Gestione sostenibile per la riduzione dei nitrati nelle falde acquifere su colture erbacee e su vite.

Nel 2019 I tecnici del Caa hanno svolto il servizio di consulenza, con metodi e tecniche a basso impatto ambientale (Produzione integrata e Bio), su 56 aziende agricole, per un totale di oltre 1.400 ha. Tra queste, in regime di Agricoltura Biologica, sono state coinvolte 10 aziende agricole ortofrutticole e vitivinicole.

CAA logo

Costante ricerca di tecniche a basso impatto ambientale - Ultima modifica: 2020-04-15T11:59:15+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome