Psr Puglia, Ue concede deroga per non perdere 95 milioni euro

Ma è condizionata a vincoli temporali categorici di spesa, che richiedono da parte della Regione Puglia un’azione tempestiva e concreta. L’assessore all’Agricoltura Donato Pentassuglia: «Accolte le nostre motivazioni»

L’Unione europea ha concesso per la seconda volta la deroga alla Regione Puglia per non perdere i 95 milioni di euro del Psr Puglia 2014-2020 non spesi al 31 dicembre 2020. Ma l'ha condizionata a vincoli temporali di spesa ben definiti, che richiedono da parte della Regione Puglia un’azione tempestiva e concreta, in modo da poter monitorare l’evoluzione nell’erogazione delle risorse comunitarie per lo sviluppo rurale in Puglia.

Wojciechowski: «Evitare che la situazione si ripeta»

Janusz Wojciechowski
Janusz Wojciechowski

Nella lettera di risposta a quella inviatagli dagli eurodeputati Paolo De Castro e Raffaele Fitto con la richiesta di deroga, il commissario europeo per l’Agricoltura Janusz Wojciechowski aveva già anticipato la posizione della Commissione Europea che ravvisava sulla spesa del Psr Puglia 2014-2020, al netto dell’emergenza pandemica causata dal Covid-19, «una questione più strutturale relativa alla realizzazione del programma in questa Regione, che richiede sforzi da parte delle autorità per evitare che questa situazione si ripeta nei prossimi anni».

 

 

Pentassuglia: «Soddisfatto e fiducioso»

Donato Pentassuglia
Donato Pentassuglia

«I Servizi della DG Agri hanno accolto le nostre motivazioni, contenute in una lunga e puntuale relazione, – dichiara l’assessore all’Agricoltura della Regione Puglia, Donato Pentassuglia – che giustificano il mancato raggiungimento del target di spesa al 31 dicembre 2020.

Sono soddisfatto per un risultato che sicuramente è stato possibile anche grazie alla preziosa interlocuzione e al lavoro dei nostri europarlamentari con i Servizi europei, ai quali va il mio ringraziamento.

Siamo fiduciosi non si perderà un solo euro: sono risorse di cui tutto il sistema agricolo ha immediatamente bisogno per crescere, innovarsi e affrontare le sfide del presente e futuro».

Fiore: «Tutti insieme per far avanzare Psr Puglia»

Rosa Fiore
Rosa Fiore

«I contenziosi amministrativi, – sottolinea l’Autorità di Gestione del Psr Puglia, Rosa Fiore – che hanno rallentato l’avanzamento di alcune delle misure più importanti del Psr, e gli effetti dannosi dell’emergenza sanitaria da Covid-19 per tutto il 2020, che hanno ridotto la capacità di spesa del mondo imprenditoriale, sono state le cause di forza maggiore, come da Regolamento Ue, previste per la concessione di una deroga.

Chiediamo in questo momento la collaborazione di tutto il mondo agricolo, dei professionisti, dei tecnici e dei Caa incaricati dalle imprese perché accelerino la presentazione delle domande di pagamento sì da portare a termine l’istruttoria e le successive liquidazioni, tanto al fine di rispondere positivamente al target di spesa e non perdere alcun finanziamento.

Proprio per questa ragione e per essere operativi e consequenziali, domani mercoledì è stato convocato un vertice con la struttura regionale e giovedì sono stati convocati il partenariato e gli ordini professionali».

Muraglia: «Non sprecare un euro del Psr Puglia»

Savino Muraglia
Savino Muraglia

«Restituire anche un solo euro a Bruxelles sarebbe stato in questo momento inaccettabile, considerato lo scenario di crisi aggravato dall’emergenza Covid, un inequivocabile segnale di inadeguatezza e un danno per i nostri agricoltori, che legittimamente aspirano con queste risorse ad investire e a lavorare in agricoltura – dichiara il presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia –.

Anche questa volta, come sempre, offriremo il massimo della collaborazione per individuare le soluzioni più appropriate per uscire da una situazione preoccupante, che noi però crediamo ancora recuperabile. Il rischio di non utilizzare le risorse va assolutamente scongiurato, soprattutto oggi alla luce delle sofferenze che la filiera agroalimentare sta vivendo in questa lunga contingenza pandemica».

Psr Puglia, Ue concede deroga per non perdere 95 milioni euro - Ultima modifica: 2021-03-02T18:37:16+01:00 da Giuseppe Sportelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome