Software in agricoltura, anche la gestione aziendale è di precisione

    sostenibilità in agricoltura
    I software gestionali sono ormai un supporto utile alle attività aziendali, dalla gestione economica alla programmazione produttiva. Sul mercato ce ne sono sempre di più e sempre più semplici da utilizzare

    Per chi vuole fare innovazione le direzioni da seguire sono tre: aumento della produttività in maniera sostenibile, valorizzazione e diversificazione del prodotto e infine controllo di gestione.
    Parlare di controllo di gestione significa parlare di programmazione produttiva, di analisi economica, di organizzazione aziendale e di gestione della finanza. Tutto questo è possibile anche grazie ai software gestionali di supporto alle attività aziendali, ovvero programmi informatici che permettono di:

    • Gestire i dati più rapidamente, aumentando la precisione e riducendo i costi;
    • Valorizzare tutti i dati a disposizione, anche di diverse annate, tramite analisi approfondite o report periodici di controllo;
    • Semplificare e tutelare l’accesso ai dati grazie al salvataggio in server condivisi (cloud) a cui più persone dell’azienda possono accedere.

    Tanti tipi di software

    Le funzionalità dei software gestionali riguardano il supporto alla contabilità aziendale, la gestione del magazzino, il budgeting ma non solo. Sono anche strumenti di supporto ai processi produttivi aziendali. Possono interagire con tutti i dispositivi presenti in campo, fornendo all’operatore informazioni precise sia in campagna che in ufficio.

    Vediamo alcune funzioni:

    • monitoraggio meteo previsionale e storico per unità colturale;
    • rilevamento di parassiti e di potenziali malattie in arrivo;
    • registrazione delle raccolte dei prodotti, con controllo sui tempi di carenza dei fitofarmaci, e dei trattamenti fitosanitari;
    • gestione e stampa del Quaderno di campagna;
    • gestione della manodopera, delle macchine e dei terzisti impiegati;
    • gestione della rintracciabilità dei lotti e delle partite.

    Tra le soluzioni presenti in commercio Isagri propone Geofolia per la gestione dell’azienda agricola e Meteus per la raccolta dei dati meteo.

    Isagri è stata una delle prime realtà imprenditoriali in Europa a scommettere sulla possibilità di trasformare il settore agricolo grazie all’introduzione dell’high-tech. In oltre trent’anni di attività, Isagri ha creato una vasta gamma di prodotti software e hardware progettati per affrontare e risolvere i principali problemi degli agricoltori.

    Cos’è Geofolia?

    software
    Esempio di schermata di Geofolia con cartografia su pc

    Geofolia è un software per la gestione tecnica-economica dell’azienda agricola. Partendo da una registrazione facile degli interventi, il programma consente di tenere sotto controllo le attività colturali (itinerario tecnico) e di conseguenza semplifica la gestione amministrativa (quaderno di campagna, brogliaccio Pac, condizionalità).

    Il tutto è finalizzato alla produzione di report che permettono di monitorare la redditività delle colture.

    La gestione tecnica si basa su:

    • una cartografia integrata e aggiornata (foto aeree, carta topografica, limiti amministrativi, gestione e importazione di dati e mappe catastali);
    • una banca dati fitofarmaci, con consultazione etichette, aggiornata mensilmente;
    • allerte per superamento dosi o omologazioni di prodotti fitosanitari;
    • disciplinari di produzione.
    software
    Esempio di schermata di Geofolia con cartografia su smartphone

    Per la parte economica il software consente la gestione di:

    • registrazione dei prezzi dei prodotti (con la possibilità di importare anche fatture da gestionali esterni);
    • gestione del costo orario dei dipendenti;- gestione del costo delle macchine;
    • costo dell’operazione;
    • altri costi e ricavi (indennizzi pac, costi energetici, costi assicurativi ecc.).

    Geofolia può essere installato sul computer e, grazie al funzionamento in cloud, il cliente può accedere in totale sicurezza ai propri dati ovunque si trovi e da ogni dispositivo.

    Geofolia è anche multi-aziendale (per la gestione dei dati di diverse aziende), multi accesso (per l’accesso contemporaneo di più persone) e disponibile in mobilità grazie all’applicazione per Smartphone e Tablet.

    Cos’è Meteus?

    «La vera novità è il recupero automatico dei dati meteo dalla centralina Meteus in Geofolia, a febbraio è prevista l’uscita della nuova versione (Geofolia V6 2019)» spiega Luca Brandolini, Responsabile tecnico Isagri. Il binomio Geofolia-Meteus consente l’integrazione dei dati meteo alle mappe Sentinel presenti nel software per una migliore gestione delle colture e una maggiore efficacia dei trattamenti/concimazioni.

    «Meteus, presentata in Italia quest’anno a Eima, - continua Brandolini - è una stazione agrometeorologica in grado di monitorare ogni 15 minuti tutte le variabili climatiche e di inviarle in tempo reale all’agricoltore grazie all’applicazione per smartphone, tablet e Pc. A differenza delle altre stazioni, il collegamento Internet è garantito dal segnale SigFox e non necessita quindi né di Sim dati né di costosi abbonamenti alla rete Gprs. Dal punto di vista energetico l’alimentazione viene garantita da 4 normali pile LR20 facilmente sostituibili e con una durata di funzionamento continuo, giorno e notte, di circa 2 anni».

    Esistono due versioni della centralina: una dotata dei sensori di base e una (Meteus Pro) completa di sensori per la misurazione del vento, della pressione ed equipaggiabile con sensori per la misurazione dell’evapotraspirazione, sensori per la temperatura del terreno e per la bagnatura fogliare (fondamentale per l’utilizzo dei modelli previsionali). Inoltre, i modelli previsionali di cui è dotata sono in grado di fornire informazioni dettagliate sullo sviluppo di una determinata malattia e fornirvi allo stesso tempo strumenti di aiuto alla decisione.

    Tutto questo consente di decidere se realizzare un trattamento oppure attendere altri giorni, o perché il grado di sviluppo della malattia è ancora precoce o perché le condizioni climatiche non sono ideali, intervenendo al momento opportuno ed evitando trattamenti inutili.

    «Un’altra caratteristica – conclude Brandolini - è che tutte le centraline sono connesse tra di loro. Significa che, se un agricoltore lo desidera, può consultare i dati meteo di altre stazioni Meteus sia dall’app che da Geofolia. In caso di appezzamenti sparsi su vaste aree, gli sarebbe così possibile monitorare costantemente le condizioni dell’insieme delle sue coltivazioni, considerando i dati meteorologici forniti dalla stazione più vicina alla parcella di interesse. In questo modo le informazioni ricavabili sarebbero anche più precise».

    Il parere di chi li utilizza

    «Ho Geofolia già da un po’ e sono soddisfatto, la utilizzo soprattutto dallo smartphone perché è molto flessibile e facile da usare – spiega Fabrizio Falcioni, titolare dell’azienda agricola Falcioni a Pesaro (Pu). Puoi registrare le lavorazioni fatte in una giornata direttamente in campagna, diventa un’abitudine e questo riduce i tempi da dedicare all’inserimento dei dati nei registri, cosa che non viene quasi mai fatta con regolarità. Senza contare che anche il margine di errore viene ridotto, ci sono infatti allarmi che segnalano prodotti fitosanitari non più omologati oppure dosi a ettaro sbagliate. La forza del prodotto sta nel fatto che ha meno limiti rispetto ad altri software. Non ha solo la gestione del Quaderno di campagna e i disciplinari, qui ci sono i costi economici, la gestione raccolta, i piani di concimazione, la gestione del prodotto, i lotti di produzione, la gestione dei clienti. L’app è facile di per sé ma l’assistenza è sempre garantita da Isagri. Nonostante il costo iniziale è fondamentale per avere un supporto nell’approccio alle tecnologie e per tenere il passo con tutti gli aggiornamenti. Meteus, invece, l’ho implementata da poco, ma sono sicuro che porterà dei vantaggi. È importantissimo seguire l’andamento climatico soprattutto in un contesto in continua evoluzione come quello attuale, così come avere delle informazioni precise nella gestione degli interventi, ricavabili autonomamente dai propri dati senza dover dipendere da altri. In questo senso mi ha reso molto più libero nella gestione».

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome