Orticole rallentate, frutta più vivace

    Prezzi dei prodotti ortofrutticoli (dal 5 al 12 ottobre)

    Continua una sostanziale debolezza degli scambi per il settore orticolo con l’eccezione di poche tipologie di prodotto (cavolfiori, pomodori a grappolo e ciliegini) mentre il comparto frutticolo durante la settimana ha dato segni di maggiore vivacità, con evoluzioni positive dei primi prezzi di alcune specie autunnali.

    Continua una sostanziale debolezza degli scambi per il settore orticolo con l’eccezione di poche tipologie di prodotto (cavolfiori, pomodori a grappolo e ciliegini) mentre il comparto frutticolo durante la settimana ha dato segni di maggiore vivacità, con evoluzioni positive dei primi prezzi di alcune specie autunnali. È continuato per la seconda settimana il ribasso di bietole, cetrioli, lattughe, melanzane ovali, zucchine scure.

    Dal 5 ottobre sono scesi anche i finocchi, le indivie (che hanno quotazioni oscillanti). Le quotazioni dei radicchi di Chioggia sono prima salite e poi hanno perso gran parte del guadagno. Ad eccezione dei pomodori insalatari (che hanno perso anche ben oltre 40 cent per kg) sono invece risultate in rialzo le quotazioni dei pomodori ­a grappolo (+10 cent) e soprattutto ciliegini – un articolo che adesso è molto richiesto e che ha visto un rialzo di 45 cent circa in due settimane. Per le mele gli scambi sembra procedano meglio del previsto – in definitiva la congiuntura negativa che vede le rimanenze della produzione dello scorso anno, la permanenza di partite di mele dell’emisfero Sud sul mercato europeo e una certa sovrapproduzione potrebbe esaurirsi nel giro di 30-50 giorni.

    Il commento completo e i prezzi dei prodotti ortofrutticoli su Terra e Vita.
    Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html

    CONDIVIDI

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome