Restano in alto i teneri, il mais respira, boom per le farine di soia e girasole

mercato dei grani 1 - 6 ottobre 2018
I prezzi dei cereali settimanali, rilevati dalle Camere di Commercio ed elaborati da Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti). Mercato stabile per grani. Ribasso per il sorgo. Tra le farine proteiche, rialzi per la soia e per il girasole proteico. Calo per la farina di colza

Le prime rilevazioni di ottobre effettuate dalle Camere di Commercio hanno confermato un mercato dei grani nazionali stabile. Quotazioni che per i teneri panificabili rimangono su livelli sostenuti (+15% su base annua, elaborazione BMTI su dati CCIAA Milano). Rialzo, tra i prodotti esteri, per i prezzi del North Spring di provenienza nordamericana (+2,3%), anche per il rafforzamento del dollaro.

Dopo i ribassi osservati a settembre, maggiore stabilità in apertura di ottobre per il mais, sia nazionale che di provenienza estera. Tra i cereali foraggeri, l’avvio di ottobre ha mostrato un mercato ben tenuto per gli orzi, con aumenti per l’orzo nazionale pesante a Bologna (+1,4%) e Milano (+2%). Settimana segnata da un deciso ribasso, invece, per il sorgo (-4% presso la Borsa Merci di Torino), in un mercato caratterizzato da un’ampia offerta. I prezzi attuali rimangono comunque più alti rispetto alla scorsa annata (+7%).

Il rafforzamento del dollaro nei confronti dell’euro e l’aumento delle quotazioni rilevato nella prima parte della settimana presso la Borsa di Chicago hanno impresso un rialzo alle quotazioni all’ingrosso della farina di soia (+2,4% per la farina proteica estera). Una domanda superiore all’offerta disponibile è stata alla base dei nuovi rincari per la farina di girasole proteica estera (+7% a Bologna), che su base annua è giunta a toccare un aumento del +50%. Nuovo ribasso per la farina di colza (-1,8% a Torino), sulla scia dell’offerta crescente.

Scarica il dettaglio dei prezzi nel periodo dall'1 al 6 ottobre 2018

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome