Cereali, gestire bene le infestanti a partire dalla presemina

Kyleo
Nella gestione delle infestanti dei cereali, oltre agli interventi in pre-emergenza e post-emergenza precoce, risulta spesso fondamentale intervenire anche in presemina, per mantenere il terreno libero dalle infestanti nelle prime più delicate fasi di sviluppo delle piante

Nella gestione delle infestanti dei cereali, la progressiva comparsa di specie resistenti, come Lolium spp., Avena spp. Alopecuros myosuroides e Papaver rhoeas, ai principi attivi utilizzati negli interventi di post-emergenza ha portato a posizionare nuovamente gli interventi in pre-emergenza e post-emergenza precoce. Tuttavia, risulta spesso fondamentale intervenire anche in presemina, per mantenere i letti di semina liberi dalle infestanti nelle prime più delicate fasi di sviluppo delle piante e agevolare le successive operazioni di controllo delle malerbe.

Letti di semina liberi dalle infestanti

Spesso risulta fondamentale intervenire anche in presemina, per mantenere il terreno libero dalle infestanti nelle prime più delicate fasi di sviluppo delle piante, sopratutto in caso di minima lavorazione o semina su sodo

La preparazione del letto di semina è agevolata dalle lavorazioni di affinamento del terreno che impediscono la crescita eccessiva delle infestanti nate durante il periodo estivo.

Nei casi in cui si applica la minima lavorazione o la semina su sodo si rende necessario intervenire con trattamenti erbicidi ad azione totale, come la miscela di glifosate e 2,4 D, regolarmente autorizzata per il diserbo di pre-semina dei cereali e particolarmente indicato in caso di infestanti dicotiledoni sviluppate e con ottima efficacia anche in caso di semine su sodo in successione a erba medica.

Un formulazione ad ampio spettro

Si tratta di Kyleo® di Nufarm, multinazionale che da tempo si occupa di fornire una vasta gamma di agrofarmaci – erbicidi, insetticidi, fungicidi e fitoregolatori – di elevata qualità per una completa protezione delle colture.

KyleoKyleo® è un prodotto a base di 2,4D e glifosate, formulato con un'innovativa tecnologia "verde", la GPS technology (Green power system) che, grazie all'impiego di un surfattante di origine vegetale, è in grado di evitare fenomeni di antagonismo tra i due principi attivi. Questo nuovo coformulante è in grado perciò di legare a sé le molecole erbicide evitando così anche i fenomeni di volatilità. Si tratta di una formulazione che permette di aumentare lo spettro d’azione di un Glifosate straight grazie all'abbinamento con una molecola complementare con diverso meccanismo d'azione.

Lo spettro d'azione di 2,4D e glifosate è in grado di garantire una efficacia ottimale anche verso le infestanti più difficili come:

- Equiseti (perenni, si espandono se non eliminati)

- Villucchio (infestante perenne, rimane nei campi)

- Erigero (nelle prime fasi di sviluppo)

Gli impieghi attualmente autorizzati sono: stoppie dei cereali, in presemina delle colture cerealicole, medica, soia, frutticole (melo, pero, nocciolo, noce, mandorlo, pistacchio), ma anche aree rurali e industriali, argini di canali, fossi e scoline in asciutta.

Cereali, gestire bene le infestanti a partire dalla presemina - Ultima modifica: 2019-09-30T17:16:40+00:00 da Sara Vitali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome