Decreto Rilancio, guida agli interventi per l’agricoltura

Pac, finanziamenti, regolarizzazione della manodopera: scarica il dossier ipertestuale scritto da Giulio D'Imperio per accedere a tutte le misure previste dal Decreto Rilancio

Nel decreto rilancio
Un miliardo e 150 milioni di euro

per sostenere  la nostra agricoltura.

A tanto ammontano gli stanziamenti per gli interventi decisi dal Governo in favore del comparto primario all’interno del decreto Rilancio (Decreto legge 34 del 19 maggio 2020).

Sostegni per le aziende

L’obiettivo è infatti quello di fare fronte con tempestività alla crisi economica innescata dal Covid 19 e per questo fine l’Esecutivo ha predisposto un piano d’azione che punta su diverse direzioni per sostenere le aziende agricole sia sul fronte finanziario che organizzativo.

Un intervento decisamente più corposo rispetto a quello effettuato con il decreto Cura Italia.

Proprio in questi giorni stanno uscendo i decreti applicativi e Terra e Vita ha predisposto assieme a Giulio D’Imperio, nostro storico autore esperto in materie giuslavoristiche, un dossier ipertestuale ricco di riferimenti, di collegamenti e di suggerimenti operativi per consentire agli imprenditori agricoli di orientarsi all’interno di una materia così vasta.

Da come accedere al fondo per il sostegno delle filiere in crisi, al fondo di garanzia Ismea per l’accesso al credito.

Dai contributi a fondo perduto per le aziende con ricavi non superiori a 5 milioni di euro che abbiano subito perdite di fatturato oltre il 33%, alle misure di sostegno per la riduzione del rischio da contagio nei luoghi di lavoro, ecc.

In favore dell’occupazione

La parte più consistente del dossier viene però riservata alle misure in favore dell’occupazione.

Il decreto Rilancio ha infatti finanziato la proroga della cassa integrazione ordinaria e di quella in deroga e ha concesso un bis da 500 euro per professionisti e lavoratori che hanno già usufruito dell’indennità una tantum (che non è più tale).

Regolarizzazione senza errori e multe

Ma soprattutto è intervenuto per fare fronte al problema della carenza di manodopera con un esteso quanto dibattuto provvedimento di regolarizzazione della manodopera irregolare che riguarda sia i lavoratori italiani che quelli stranieri privi di permesso di soggiorno.

Le modalità per procedere alla regolarizzazione dei rapporti di lavoro sono state però stabilite solo a ridosso dell’avvio della regolarizzazione con il Decreto del Ministero degli Interni del 27 maggio 2020.

Il dossier entra nel dettaglio di queste procedure con informazioni e consigli utili per affrontare tutti i passaggi burocratici ed evitare che gli imprenditori agricoli cadano nelle fattispecie per cui sono previste pesanti sanzioni.

Gli argomenti trattati

  • la regolarizzazione dei lavoratori (art.103)
  • proroga dei contratti a tempo determinato (art.93)
  • impiego lavoratori percettori di ammortizzatori sociali e reddito di cittadinanza (art.94)
  • misure previste dall’Inail per sostegno alle imprese per ridurre il rischio di contagio nei luoghi di lavoro (art.95)
  • cassa integrazione salariale operai agricoli (Cisoa) (art.68)
  • modifiche cassa integrazione in deroga (art.70 ed art.71)
  • nuova indennità una tantum (art.84)
  • modifiche per i permessi retribuiti ex articolo 33 l.104/1992 (art.73)
  • sospensione licenziamento per giustificato motivo oggettivo (art.80)
  • proroga della validità del Durc (art.84)
  • lavoro agile (art.90)
  • fondo nuove competenze (art.88)
  • disposizioni Irap (art.24)
  • contributo a fondo perduto (art.25)
  • fondo emergenziale a tutela delle filiere agricole in crisi (art.222)
  • misure di contenimento della produzione vitivinicola e miglioramento della qualità (art. 223)
  • anticipazione pac (art.224 co.1)
  • agevolazione per aziende casearie (art.224 co.2 lett. a)
  • nuovi codici Ateco (art.224 co.2 lett. b)
  • rinegoziazioni di mutui finanziamenti bancari e cambiali agrarie (art.224 co.2 lett. c)
  • resa massima di uva ad ettaro (art.224 co.3)
  • termine per versamento prezzo di acquisto terreni nei casi di prelazione (art.224 co.4)
  • monitoraggio produzione latte vaccino ovino e caprino e acquisto di latte e prodotti lattiero caseari a base di latte importati da paesi Ue e paesi terzi (art.224 co.5)
  • mutui a favore dei consorzi di bonifica (art.225)
  • fondo emergenza alimentare (art.226)

ATTENZIONE: La Guida è accessibile solo attraverso la App di Terra e Vita

Accedi all'App di Terra e Vita

Google Play

e scarica il dossier dall'Edicola digitale nella sezione Guide

Decreto Rilancio, guida agli interventi per l’agricoltura - Ultima modifica: 2020-06-10T12:35:54+02:00 da Terra e Vita

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome