Home Autori Articoli di

Arturo Caponero

44 ARTICOLI

Vite, monitorare sui grappoli i danni della tignoletta

Lobesia botrana: gli interventi curativi e preventivi. L'efficacia e i punti deboli della confusione sessuale

Olivo, il controllo della tignola parte dal monitoraggio

Uso eccezionale del dimetoato solo per la mosca. Come fare fronte invece all'invasione della tignola, ma anche del punteruolo (e come fermare la sputacchina, vettore di Xylella)

Non solo tignoletta tra i lepidotteri fitofagi della vite

La diffusione della confusione sessuale ha favorito la “rivincita” di insetti ritenuti minori come Cryptoblabes gnidiella, Argyrotaenia liungiana; Ephestia parassitella ecc. Come fare? La difesa sostenibile delle tignole della vite è stato il tema trattato in un seminario online dell’AIPP

Contro i patogeni tellurici è il momento di solarizzare

Solarizzazione e biofumigazione: tecniche biologiche alternative o integrative alla geodisinfestazione chimica. I segreti per ottenere una piena efficacia
piantina di pomodoro con sclerotina

Disinfestazione del terreno, confermati i soliti due fumiganti

Il controllo di patogeni e fitofagi tellurici rimane un problema aperto soprattutto per le orticole. In mancanza di soluzioni alternative, cloropicrina e 1,3 D continuano ad essere impiegati in deroga a dieci anni (in media) dalla loro revoca

La “malattia del ramo giallo” preoccupa l’agrumicoltura mediterranea

È nota in tutto il mondo con il nome cinese “Huanglongbing”. Il rinvenimento dell’insetto vettore aumenta il rischio di un suo prossimo arrivo nel bacino del Mediterraneo.  Un recente webinar dell’AIPP ha focalizzato l’attenzione sulla temibile batteriosi la cui diffusione sarebbe devastante per il comparto degli agrumi italiano

Cocciniglie, un grave problema per i vigneti a tendone

Planococcus ficus e P. citri: le cocciniglie costituiscono una doppia minaccia soprattutto per i vigneti a tendone di uva da tavola, dove l’ambiente caldo umido offre le migliori condizioni ambientali a questi insetti. Ecco come contrastarle, anche grazie a nuove recenti registrazioni

Mosca e moscerino del ciliegio, la difesa parte dalle trappole

Oltre alla storica mosca delle ciliegie (Rhagoletis cerasi) negli ultimi anni si è aggiunto il problema del moscerino carpofilo Drosophila suzukii. Ecco come fare fronte a entrambi
lebbra dell'olivo

Lebbra dell’olivo, da controllare in primavera

Per abbattere la carica di inoculo negli oliveti attaccati da lebbra, più che i trattamenti invernali, sono utili quelli contro le infezioni latenti primaverili. In primavera, infatti, il fungo colonizza i residui fogliari, le olivine, i teneri rametti e le foglie e si mantiene in forma di micelio fino alle prime piogge autunnali, quando differenzia i conidi e diffonde l’infezione sulle drupe. È questo, pertanto, il periodo migliore per intervenire

Contro gli scolitidi dell’olivo i rami esca sono sempre efficaci

La diffusione dei nuovi impianti intensivi e superintensivi ha riportato all’attenzione vecchi problemi fitosanitari tra cui le infestazioni di scolitidi, che aprono la strada anche ad avversità di origine fungina. Contro questi insetti, il tradizionale metodo preventivo dei fasci di rami lasciati durante la potatura per attrarre le femmine ("rami esca") è sempre raccomandabile

E-Magazine

Tecniche, prodotti e servizi dalle aziende

Rettangolo

Catalogo Aziende e Prodotti

Un modo semplice per cercare un'azienda o un prodotto!

L'esperto Pac risponde

Approfondimenti sulla politica agricola comune
a cura di Angelo Frascarelli
pac

L'Esperto risponde

I consigli di Terra e Vita agli agricoltori
esperto

Bottone #1

Rettangolo piede

AgriAffaires

Acquisto e vendita macchinari agricoli
AgriAffaires

css.php