K+S, sali purissimi e di qualità per nutrire le colture

I concimi idrosolubili di K+S rappresentano una soluzione autorevole per modulare gli apporti nutritivi nelle varie fasi fenologiche secondo le reali necessità della pianta

I depositi di potassio e magnesio si formarono in Germania 230 milioni di anni fa, per effetto della graduale evaporazione dell’antico mare che occupava gran parte dell’Europa centrale. L’intensa evaporazione causata dal clima di tipo desertico, provocò la cristallizzazione dei sali e la deposizione dapprima di sedimenti argillosi e successivamente di carbonati, solfati, rocce saline e infine sali potassici e magnesiaci.

Tale processo, ripetuto nell’arco di milioni di anni, portò alla formazione di strati di salgemma spessi qualche centinaio di metri, interrotti da giacimenti di potassio di alcuni metri di spessore.

In seguito, sopra ai depositi di sale si andarono formando strati impermeabili di argille, spesso trasportati dal vento, che agendo da isolante ne hanno impedito l’ulteriore scioglimento.

Ampia gamma di proposte

Ancora oggi, è su questi giacimenti minerali che K+S concentra la propria attività estrattiva per la produzione di un’ampia gamma di fertilizzanti impiegati per la concimazione al terreno, la fertirrigazione e applicazioni fogliari.

Com’è noto, la fertirrigazione, tecnica sempre più adottata sia in pieno campo che in coltura protetta, offre la possibilità di modulare gli apporti nutritivi nelle varie fasi fenologiche, secondo le reali necessità della pianta. Si basa sulla miscelazione e la distribuzione di concimi con le acque di irrigazione, attraverso sistemi di microirrigazione. Ma, affinché un intervento fertirriguo risulti efficace, sono richiesti eccellenti standard qualitativi del concime impiegato, in termini di purezza, solubilità, velocità di solubilizzazione in acqua, assenza di residui insolubili e compatibilità con gli agrofarmaci.

Fonte pura e concentrata

I fertirriganti di K+S rappresentano una fonte pura e concentrata di elementi nutritivi (potassio e magnesio, arricchiti con microelementi quali boro, manganese e zinco). Completamente solubili in acqua, possono essere impiegati per preparare la soluzione nutritiva, in miscela con altri sali semplici e/o con concimi complessi idrosolubili.

Tra le soluzioni di K+S per la fertirrigazione e la concimazione fogliare vi è soluMOP, cloruro di potassio (60% K2O) destinato alle colture cloro tolleranti. soluSOP 52 organic è solfato di potassio (52% K2O, 45% SO3) destinato a fruttifere, orticole, vite, tabacco; è consentito in agricoltura biologica.

EPSO Top è solfato di magnesio (16% MgO, 32,5% SO3) destinato a fruttifere, orticole, vite, tabacco ed è consentito in agricoltura biologica.

EPSO Microtop è solfato di magnesio con B e Mn (15% MgO, 31% SO3, 0,9% B, 1% Mn) particolarmente raccomandato soddisfare le esigenze nutrizionali per vite, olivo e patata, anch’esso consentito in agricoltura biologica.

EPSO Combitop è solfato di magnesio con Mn e Zn (13% MgO, 34% SO3, 4% Mn, 1% Zn), destinato all’impiego su orticole, frutticole (pomacee), cereali e mais è consentito in agricoltura biologica.

K+S Italia Srl, filiale italiana con sede a Verona, ha aderito al Progetto Qualità di Assofertilizzanti, ottenendo il Marchio Qualità per l’anno 2020.

Per maggiori informazioni sui prodotti K+S clicca qui

K+S, sali purissimi e di qualità per nutrire le colture - Ultima modifica: 2020-05-04T09:00:54+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome