Il seme certificato è alla base della tracciabilità delle produzioni

seme assosementi
Il 25 gennaio 2018 a Tolentino (Macerata) un convegno tecnico e politico

Anche sull’onda anche dei recenti provvedimenti assunti a livello nazionale in merito all’etichettatura di alcuni importanti prodotti che caratterizzano il made in Italy (pasta, pomodoro, riso) è fondamentale focalizzare l’importanza strategica del seme certificato, strumento essenziale - troppo spesso dimenticato - per garantire una corretta tracciabilità delle filiere produttive, tracciabilità che non può definirsi completa senza, appunto, partire dal seme.

Per confrontarsi su tale argomento e per approfondire altri aspetti (miglioramento genetico per la qualificazione delle produzioni, legalità ed etica per una leale concorrenza commerciale ecc.) di fondamentale importanza non solo per il settore sementiero italiano ma anche per l’intero comparto produttivo nazionale è stato organizzato per il 25 gennaio 2018 un convegno dal titolo «Il seme certificato per una filiera veramente tracciata:
il contributo del settore sementiero per la qualità dell'agroalimentare italiano». L’evento, patrocinato dalle Regioni Marche ed Emila-Romagna, si terrà presso il Castello della Rancia, a Tolentino (MC), località colpita dai recenti eventi sismici, scelta proprio per sottolineare la volontà e la determinazione tipica italiana nel voler superare le avversità attraverso la qualificazione e la valorizzazione del proprio territorio e dei propri prodotti.

 

Ecco il programma del convegno:

- ore 14.30 apertura con registrazione dei partecipanti,

- ore 15.00 saluti delle Autorità,

- ore 15.30 Perché il mercato agroalimentare avrà sempre più bisogno di seme di qualità. Intervento di apertura di Giuseppe Carli - Presidente Assosementi

- ore 16.00 Tracciabilità e seme certificato: valore aggiunto per i produttori, garanzia per i consumatori. Tavola rotonda con i protagonisti della filiera. Intervengono:

Angelo Frascarelli - Università degli studi di Perugia

Michele Pisante - Crea

Paolo Carnemolla - Federbio

Franco Brazzabeni - Assosementi

Eugenio Tassinari - Convase

Stefano Barbieri - Sicasov

- ore 17.00 Dagli accordi interprofessionali alla lotta alla contraffazione: modelli di collaborazione a livello nazionale e locale tra settore sementiero e istituzioni. Tavola rotonda con i protagonisti delle Istituzioni. Intervengono:

Massimiliano Giansanti - Confagricoltura

Dino Scannavino - Cia

Emanuele Occhi - Coldiretti

Cosimo de Sortis - Italmopa

Anna Casini - Regione Marche

Simona Caselli - Regione Emilia-Romagna

Giuseppe Carli - Assosementi

- ore 18,00 Intervento di chiusura

Giuseppe Castiglione - Sottosegretario alla Politiche agroalimentari e forestali

 

Pre-registrazione obbligatoria:
ASSOSEMENTI
www.sementi.it

Tel. 02-43511671

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome