Variazioni positive per i vitelloni di Frisona

prezzi dei prodotti agricoli del 27 maggio 2019
Le quotazioni dei prodotti zootecnici, caseari, olio e vino rilevate da Ismea nella settimana dal 20 al 26 maggio

Caseari

La settimana in analisi evidenzia un mercato all’insegna della stabilità, con listini in tenuta sui maggiori centri di scambio. Per i due formaggi grana a denominazione gli scambi vengono definiti nella norma, con i prezzi all’origine di entrambi stazionari su tutte le piazze. Le medie che ne scaturiscono sono quindi speculari a quelle della settimana precedente; Parmigiano Reggiano 12 mesi 11,15 euro al chilo, il 24 mesi 13,14 euro al chilo, mentre il Grana Padano 4-12 i prezzi medi rimangono fissi sui 7,95 euro al chilo e il 12-15 mesi sugli 8,42 euro al chilo.

Per le materie grasse nel corso dell’ultima settimana rilevata, a seguito di una flessione sulla piazza di Cremona, le quotazioni medie all’origine burro pastorizzato hanno mostrato una riduzione di i 5 centesimi chiudendo le contrattazioni a 3,20 euro al chilo. Anche la crema di latte ad inizio settimana su Milano perde 6 centesimi portandosi a un valore di 1,84 euro al chilo. Congiuntura stabile per tutte le altre categorie di burro.

Avicunicoli

Restano questa settimana pressoché invariate nel complesso le principali categorie degli avicunicoli, ad eccezione di un calo sulla piazza di Arezzo per i conigli, sia leggeri che pesanti, rispettivamente del -1,02% e -0.5%. Leggere flessioni per le carni avicole che perdono lo 0,9% sulla piazza di Milano rispetto alla scorsa settimana, collocandosi al +5,57% su base tendenziale. Anche le uova di gallina non mostrano variazioni congiunturali, mentre rimane negativo il confronto su base annua (-5,03% variazione tendenziale).

Bovini

Anche la ventunesima settimana del 2019 ha mostrato una congiuntura stabile per la maggior parte delle categorie valutate nel complesso delle piazze. Eccezione alla generalizzata stabilità sono, ad esempio, i vitelloni di Frisona che passano da € 2,05 a € 2,15 sulla piazza di Reggio Emilia. Si registrano alcune variazioni sulla piazza di Carmagnola: i vitelloni di Charolaise scendono del -1,98 %, i vitelloni di Frisona salgono del +3,17% mentre le vacche da macello salgono di mezzo punto percentuale. Dal punto di vista tendenziale le manze da macello si collocano a +1,50%, le vacche da macello a -5,89%, i vitelli da macello a +0,19%.

Suini

La tendenza dei suinetti stabilita il 24 maggio registra un complessivo rialzo su tutte le pezzature, relativamente alle scrofe da macello si rileva una tendenza lievemente flessiva. Per quanto riguarda i suini da macello si registra una tendenza significativamente flessiva con il taglio pregiato per il circuito tutelato attestato a 1,377. I tagli della carne suina per il consumo risultano stabili, mentre quelli per l’industria risultano anch’essi stabili ad eccezione del pancettone e della gola in rialzo.

Olio

Nella quarta settimana di maggio il mercato degli oli all’origine ha visto una generale flessione delle quotazioni per tutte le categorie degli oli nazionali. Il mercato continua a mostrare un andamento lento a causa delle limitate richieste da parte della domanda. I maggiori cali si sono osservati per gli oli extravergini e vergini sulle piazze pugliesi. Per gli oli lampanti solo nella piazza di Gioia Tauro le contrattazioni si sono concluse sulla base di valori cedenti mentre in tutti i restanti centri di scambio le quotazioni sono risultate stabili. Sul mercato all’ingrosso non si arresta la dinamica flessiva degli oli raffinati di oliva e raffinati di sansa a causa di una debole attività della domanda, di contro, per gli oli di semi di arachide e girasole, si è osservato un lieve rialzo dei prezzi medi mentre non si sono osservate variazioni di rilievo, sia sotto il profilo degli scambi sia delle quotazioni, per l’olio di semi di mais.

Vino

Nella quarta settimana di maggio si è osservato un generale equilibrio tra domanda ed offerta per il mercato sia dei vini comuni sia delle Igt.  Solo sulla piazza di Roma, si è avuto un lieve rialzo per i vini comuni, sia bianchi sia rossi e rosati e per la Igt Lazio rosso imputabile ad una domanda più attiva, mentre lievi ribassi si sono osservati per i vini Igt bianchi Chardonnay e Verduzzo quotati sulla piazza di Treviso.

I prezzi dei prodotti agricoli del 27 maggio
sono disponibili per tutti i nostri abbonati nell’area riservata

Variazioni positive per i vitelloni di Frisona - Ultima modifica: 2019-05-29T11:51:09+00:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome