Xylella, al via il bando per i vivai pugliesi siti nelle zone delimitate

Al via bando Psr Puglia 2014-2020 per vivai pugliesi siti nelle zone delimitate per Xylella fastidiosa.

È al via il bando del Psr Puglia 2014-2020 che consente ai vivai pugliesi siti nelle zone delimitate per Xylella fastidiosa di investire nella messa in sicurezza delle serre necessaria per consentire la commercializzazione delle piante nonostante la presenza del batterio. Lo comunica il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, sottolineando come esso sia un bando importante e molto atteso.

Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia.

In corso di pubblicazione sul Burp avviso pubblico per sottomisura 5.1A

È infatti in corso di pubblicazione sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia (Burp) il provvedimento dirigenziale (n. 266 del 20 agosto 2019) (leggi qui) con il quale l’Autorità di gestione (Adg) del Psr Puglia ha adottato l’avviso pubblico per l’attuazione della sottomisura 5.1A dedicato agli “investimenti finalizzati alla prevenzione della diffusione di Xylella fastidiosa su olivo”. In particolare il bando permette la presentazione delle domande di sostegno per interventi di protezione della produzione vivaistica nelle aree delimitate per Xylella. Il periodo per presentare le istanze parte dal 18 settembre e termina il 18 ottobre 2019.

 

Importante azione a sostegno del comparto vivaistico pugliese

Luca Limongelli, Autorità di Gestione del Psr Puglia.

«Si tratta di un’ulteriore importante azione a sostegno del comparto vivaistico pugliese ricadente nella zona colpita dalla Xylella – fa sapere l’Adg del Psr Puglia Luca Limongelli –. Con una dotazione finanziaria complessiva di due milioni e duecentomila euro, le imprese vivaistiche, in forma singola o associata, potranno beneficiare di sostegni per l’adeguamento delle strutture per la produzione secondo gli specifici criteri di certificazione stabiliti in serre a prova di insetto utili al contrasto della diffusione della malattia. Gli investimenti materiali sostenuti al 100% dal bando consentono ai vivai di adeguare strutture già esistenti (cioè le serre) di protezione fisica per il riconoscimento del “sito indenne” utile a garantire l’attività vivaistica nelle zone delimitate, all’interno del quale poter produrre e commercializzare piante specificate, come previsto dal secondo comma dell’articolo 9 della Decisione di esecuzione della Commissione Ue 789/2015».

 

Affrontare la diffusione di Xylella intervenendo sul vettore

Il provvedimento, quindi, è strettamente dedicato al comparto vivaistico, a differenza del precedente avviso della Sottomisura 5.1A, che interessava esclusivamente gli olivi monumentali censiti.


Gianluca Nardone, direttore regionale del Dipartimento Agricoltura.

«Il bando, insieme all’attivazione delle operazioni 4.1C e 5.2, rientra in una mirata programmazione degli interventi a sostegno dell’agricoltura pugliese e del territorio colpiti dalla Xylella e finalizzata al contrasto dell’avanzata della fitopatia a valere sulle risorse del Psr Puglia 2014-2020 – aggiunge il direttore regionale del Dipartimento Agricoltura Gianluca Nardone –. L’obiettivo prioritario è affrontare in maniera efficace la diffusione del patogeno intervenendo proprio sul vettore e garantendo agli agricoltori risorse e strumenti finalizzati alla prevenzione e all’isolamento delle fonti di inoculo».

 

Primi esiti del bando Psr per investimenti strutturali delle aziende colpite

Limongelli e Nardone fanno sapere inoltre che sono 784 le domande candidate al bando della Sottomisura 4.1C, dedicato agli investimenti strutturali delle aziende agricole colpite da Xylella, i cui esiti degli elaborati informatici progettuali sono già consultabili sul portale psr.regione.puglia.it

Si tratta di imprenditori agricoli di età compresa fra i 20 e 93 anni che hanno richiesto sostegni per interventi migliorativi delle proprie aziende ricadenti nei territori colpiti dalla batteriosi, per un importo complessivo di 106 milioni e 112 mila euro, oltre tre volte superiore alla dotazione finanziaria del bando pari a 32 milioni di euro.

L’Adg, inoltre, rende noto che a breve verrà approvata la graduatoria provvisoria delle ditte selezionate dalla cui pubblicazione trascorreranno i 10 giorni previsti dall’avviso utili ai beneficiari a presentare la documentazione per avviare l’istruttoria.

Xylella, al via il bando per i vivai pugliesi siti nelle zone delimitate - Ultima modifica: 2019-08-20T18:42:33+00:00 da Giuseppe Sportelli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome