Mercato pneumatici agricoli ancora in difficoltà

In Europa vendite in calo per il quinto anno consecutivo. Italia in controtendenza

Continua la fase poco brillante del mercato pneumatici agricoli da ricambio in Europa. Secondo i dati diffusi dall’Etrma (Associazione europea dei produttori di pneumatici e gomma) forniti dai suoi associati, le vendite nel 2019 sono diminuite del 6% rispetto al 2018 e si tratta del quinto anno consecutivo di calo (Fig. 1). Nel caso dell’Italia, tuttavia, sempre secondo i dati Etrma, dopo il crollo nel 2017 e un 2018 in linea con il 2017, nel 2019 le vendite sono tornate a salire (Fig.2).

Non è ancora disponibile il dato complessivo 2019 del mercato Ue, tuttavia prima della pandemia da Coronavirus le previsioni Etrma per gli pneumatici agricoli da ricambio erano incoraggianti, tanto che prevedevano un tasso annuo di crescita composto (Cagr) del 4,80% per il periodo 2019-2024. In ogni caso, il segmento degli pneumatici da ricambio rappresenta ancora la maggioranza del mercato europeo, per svariati motivi: maggiore convenienza rispetto al primo equipaggiamento, maggiore disponibilità di misure, possibilità di acquisto on line e nei negozi al dettaglio.

 

 

A causa della pandemia, il 2020 non dovrebbe consentire margini di crescita, anche se il settore agricolo sembra aver sofferto meno di altri l’impatto del Covid 19, tanto che nel mese di marzo ha perso “solo” il 15% (contro il 41% di moto/scooter e il 26% dell’automotive), per un complessivo -13% nel primo trimestre. Per quanto riguarda l’Italia, abbiamo coinvolto alcuni dei player del settore per capire come è andato il 2019 e come andrà il 2020.

Le nostre domande

  1. Secondo i dati Etra le vendite di pneumatici agricoli (ricambi) in Europa nel 2019 sono calate del 6%, e si tratta del quinto anno consecutivo con segno meno. Come è andata per il vostro marchio in Italia?
  2. Qual è la ripartizione attuale tra primo equipaggiamento e ricambi in Italia? (in generale e per il vostro brand in particolare) E tra radiali e convenzionali? (in generale e per il vostro brand in particolare)
  3. Qual è la vostra quota di mercato in Italia?
  4. Come era iniziato il 2020 e qual è stato l’impatto dell’emergenza Coronavirus? Come si chiuderà il 2020?
  5. Sperando che l’edizione 2020 dell’Eima possa svolgersi regolarmente, potete anticipare quali novità presenterete in quell’occasione?

Queste le loro risposte.

Bridgestone

Lorenzo Piccinotti
  1. Per quanto riguarda la domanda di pneumatici agricoltura – risponde Lorenzo Piccinotti, Manager Marketing & Network Operations Bridgestone Emia South Region – dai dati in nostro possesso, l’Italia ha registrato una leggera crescita rispetto all’anno precedente, grazie a un incremento delle vendite radiali che hanno più che compensato il calo della domanda di convenzionali. Il nostro gruppo è cresciuto consolidando la propria quota di mercato grazie a propri marchi Bridgestone e Firestone e in particolare grazie all’introduzione sul mercato del nuovo pneumatico premium Bridgestone VX-Tractor.
  2. Nel ricambio, in Italia i pneumatici convenzionali sono in continuo calo, ma rappresentano ancora circa un terzo del mercato agricoltura. Bridgestone, pur garantendo all’utenza professionale pneumatici cosiddetti Bias, ha da anni posto il proprio focus sui pneumatici radiali in grado di garantire maggiori performance nelle varie applicazioni: dai pneumatici specifici per le mietitrebbie o irrigatori a quelli più versatili in grado di mantenere ottimi livelli di esercizio sia su strada che su campo. La sede Direzionale Italiana si occupa esclusivamente di commercializzare pneumatici per ricambio, mentre la parte di primo equipaggiamento è gestita centralmente dal nostro Headquarter.
  3. Grazie ai nostri marchi Firestone e Bridgestone e a una gamma competitiva e rinnovata siamo in grado di soddisfare al meglio le esigenze delle aziende agricole, potendo così affermare che ci giochiamo la leadership del mercato insieme ai principali costruttori di pneumatici agricoltura presenti in Europa.
  4. Il 2020 si è aperto in maniera molto positiva per Bridgestone grazie a una strategia commerciale che ha saputo sfruttare nel modo migliore il nostro portafoglio prodotti e grazie naturalmente alla nostra clientela che ci ha seguito in questo approccio, tanto da guadagnare quota di mercato nel primo trimestre. Ovviamente l’attuale emergenza sanitaria causata dall’epidemia del Covid 19, apre scenari inaspettati solo fino a qualche settimana fa. Quello che osserviamo è che il calo registrato a marzo nel settore degli pneumatici agricoltura è stato inferiore a quello di altri comparti. Ciò perché il settore alimentare, di cui l’agricoltura è parte fondamentale, è uno dei pochi settori in crescita. Stiamo fronteggiando ovviamente le difficoltà stando accanto ai nostri clienti partner e confidiamo che, una volta partita la famosa fase 2, la ripresa possa essere più rapida che altrove.
  1. Non abbiamo certezze che Eima quest’anno si possa svolgere visto l’attuale contesto. Valuteremo in seguito la nostra partecipazione. Quest’anno le principali novità sono legate all’espansione della gamma Bridgestone. Da alcuni anni il gruppo Bridgestone ha affiancato al noto e affidabile brand Firestone, che ha una gamma in grado di soddisfare tutte le esigenze delle aziende agricole, il Brand Bridgestone, con tre prodotti di eccellenza (VT-Combine, VT-Tractor e VX-Tractor) e nel 2020 abbiamo in programma di lanciare ben 19 nuove misure del VX-Tractor e 2 nuove misure del VT-Combine.

Continental

Lorenzo Mancini
  1. Pur essendosi trattato di un anno piuttosto difficile – spiega Lorenzo Mancini BU Manager CST Continental Italia – avendo guadagnato quote di mercato in tutti i segmenti dove siamo presenti, siamo molto soddisfatti del nostro 2019. Il cosiddetto “barra 65”, segmento in cui la performance fa la differenza, è quello in cui siamo cresciuti maggiormente.
  2. Parlando di Continental, dobbiamo ricordarci che siamo rientrati nel business Agricoltura solo nel 2017, con investimenti di circa 50 milioni di €. In termini di pneumatici radiali, a partire dall’anno scorso abbiamo già una buona presenza in OE con John Deere e contiamo, nei prossimi anni, di aumentare la nostra share sul mercato OE anche sul mercato nazionale. Gli pneumatici convenzionali, invece, non rientrano ad oggi nei nostri piani strategici di medio termine, perché abbiamo deciso di concentrarci su quei segmenti di mercato in cui la nostra tecnologia possa realmente fare la differenza.
  1. Dati precisi in termini di quota di mercato, essendo dati riservati, preferiamo non comunicarli. Possiamo però ribadire di essere soddisfatti del nostro trend di crescita.
  2. Fare oggi previsioni sull’andamento del 2020 è molto difficile. Il nostro mercato Etrma di riferimento (gamma radiale) è calato molto nei primi 3 mesi, con un picco di circa -30% sul mese di marzo. Questo andamento ci preoccupa molto, nonostante il comparto agricolo sia tra quelli che risentono di meno della situazione attuale. Ad oggi, la nostra previsione su base annua si attesta tra un -5% e un -15% in termini di volumi.
  3. È ancora troppo presto, meglio attendere gli sviluppi dei prossimi mesi.

Vredestein

Denis Fariselli
  1. Apollo Vredestein – riferisce Denis Fariselli, Specialista pneumatici agricoli e industriali Vredestein Italia – è riconosciuto dal mercato come premium brand. Il posizionamento di mercato in termini di qualitàassoluta a prezzi interessanti ha creato le condizioni affinché le perdite siano state contenute. Ciò significa che il segno negativo meno marcato rispetto ad altri concorrenti ha determinato un leggero recupero rispetto ad altri nello stesso segmento di mercato. I dati suddivisi per famiglia evidenziano inoltre buone performance nella serie 70 e industriale, nonché negli pneumatici Flotation radiali.
  1. La ripartizione tra primo equipaggiamento in Italia e ricambi può essere stimata in un rapporto 70% - 30%. Tale quota sarà destinata ad appiattirsi se il trend di vendita di trattori usati continuerà a crescere come sembra (nel 2019 hanno superato di gran lunga le 30.000 unità, quasi doppiando il numero di nuove immatricolazioni: 18.579). La quota di mercato Apollo Vredestein aderisce alla stessa ripartizione e anche per noi le proiezioni sul futuro prossimo indicano trend di crescita nel mercato replacement. Il rapporto generale tra radiali e convenzionali in ambito trattrici, anche di bassa potenza, mostra una polarizzazione sempre maggiore verso gli pneumatici radiali (90% vs 10%). Le attrezzature e gli implement come imballatrici e seminatrici utilizzano anche molti pneumatici convenzionali, portando le parametrazioni a 65% radiale vs. 35% convenzionali.
  1. La nostra quota di mercato in Italia è del 6% e tale valore è rimasto inalterato nel corso dell’ultimo anno solare. In costanza di un calo generalizzato di cui si parlava sopra, avere mantenuto le nostre quote di mercato è da considerarsi un (mezzo)successo. Analizzando le singole quote di mercato suddivise per famiglia, Apollo Vredestein continua a essere un brand estremamente riconoscibile in ambito implement e attrezzature, laddove deteniamo una quota del 12%, tra primo equipaggiamento e ricambi.
  2. Apollo Vredestein ha dovuto fare i conti, oltre che con l’emergenza Coronavirus, anche con le problematiche legate alla chiusura dei rapporti di collaborazione in esclusiva con Fintyre, nostro importatore per l’Italia. Ciò ha pesantemente influito in termini di fatturato ricambi nei primi tre mesi dell’anno. D’altra parte, il nuovo assetto che stiamo mettendo in piedi con la stipula di un accordo commerciale con il Gruppo Gastaldi, sta mostrando segni estremamente incoraggianti già per il mese di aprile 2020. Il mercato Oem ha ovviamente subito un rallentamento per effetto delle chiusure aziendali, che sta comunque generando spostamento in avanti degli ordini e non annullamento degli stessi, e anche questo è un segnale positivo.
  3. Nel caso in cui Eima 2020 non venga cancellata, Apollo Vredestein rinforzerà i messaggi che hanno accompagnato fin da Agritechnica 2019 il lancio di nuovi prodotti, come il nuovo Traxion65 che sostituirà lo storico Traxion+. Verrà data nota della continua estensione della linea Optimall VF bassa pressione, nonché delle nuove misure nella linea Flotation Trac, fino alle 900/65 R 32 e 900/65 R 38, i più grandi al mondo della categoria. Continuerà a essere dato grande risalto alla Traxion70 Compact per applicazione vigneto e frutteto, che vede l’Italia come i maggiori mercati mondiali in termini sia di costruttori sia di utilizzatori. Messaggio molto importante e incisivo sarà quello che attiene ai test di durata effettuati dal prestigioso ente certificatore tedesco Dlg che attesta che i pneumatici Vredestein XXL hanno una durata del 50% rispetto a un brand concorrente di altissimo livello, vantaggio che può essere quantificabile con una risparmio di 1€ per ogni ora di lavoro della macchina. Verrà enfatizzata e rinforzata anche la proposta al mercato italiano del marchio Apollo Costruzioni e Industriale laddove sia chiaro ed evidente che la nostra compagnia è pronta a raccogliere le sfide di mercato conseguenti la fine dell’emergenza Coronavirus.
Mercato pneumatici agricoli ancora in difficoltà - Ultima modifica: 2020-04-29T21:39:39+02:00 da Francesco Bartolozzi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome