Calma piatta per cereali foraggeri e farine proteiche

farine proteiche
Per orzo, sorgo e farine proteiche il mese di marzo si chiude all'insegna della stabilità. Il commento all’andamento dei prezzi settimanali rilevati dalle Camere di Commercio ed elaborati da Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti)

Le ultime rilevazioni di marzo hanno confermato la fase di stabilità nei listini all’ingrosso di orzo e sorgo. E assenza di variazioni si sono registrate anche per i prezzi delle farine proteiche.

Cereali foraggeri

Nel mercato dei cereali foraggeri è proseguita la stabilità per i prezzi dell’orzo nazionale, invariati su tutte le principali piazze di scambio. A Bologna, i valori dell’orzo nazionale a uso zootecnico sono rimasti fermi sui 212-215 €/t, mantenendosi comunque più alti del 13% rispetto alla settimana precedente. Qualche segnale di rialzo si è osservato solo per l’orzo comunitario, salito sui 209-212 €/t, in crescita dell’1% su base settimanale. Sul fronte del nuovo raccolto, intanto, le stime della DG Agri della Commissione Europea di fine marzo confermano per l’Italia le attese su un aumento della produzione. In particolare, il raccolto sfiorerebbe gli 1,1 milioni di tonnellate, con un incremento del +2,8% rispetto al 2018. Mercato stazionario e listini invariati anche per il sorgo: a Milano i prezzi si sono attestati sui 189-190 €/t, confermando i valori della settimana precedente. Resta positivo il confronto con la scorsa annata (+3%).

Nel comparto dei foraggi, in un mercato ancora statico si sono rilevati ulteriori cali per i prezzi dell’erba medica. A Mantova le quotazioni dell’erba medica fienata hanno perso il 2% circa rispetto alla settimana precedente. Negativa ed accentuata la variazione rispetto a dodici mesi fa, superiore ai dieci punti percentuali.

Farine proteiche

Mercato stazionario e listini all’ingrosso di fatto invariati per le farine proteiche. Per quanto riguarda la farina di soia, con l’eccezione del segno “più” rilevato a Milano (+1,5% su base settimanale), su tutte le altre principali piazze di scambio i prezzi non hanno mostrato variazioni. Prezzi attuali che restano invece ben più bassi rispetto alla scorsa annata, con un ribasso che per la farina integrale nazionale supera i venti punti percentuali sulla piazza di Bologna. Settimana senza variazioni significative anche nel mercato della farina di girasole e della farina di colza e listini all’ingrosso stabili. A Milano i prezzi della farina di girasole integrale sono rimasti fermi sui 187-201 €/t. Stabile sui 270-273 €/t anche la farina di colza scambiata sulla piazza di Bologna.

I prezzi dei cereali e delle materie prime nella settimana dal 25 al 30 marzo 2019

Calma piatta per cereali foraggeri e farine proteiche - Ultima modifica: 2019-04-02T15:16:54+00:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome