Grani di forza quotano a meno 10%, lo rileva anche la Borsa merci telematica

cerealicola grani teneri e duri
I prezzi della settimana dal 25 al 30 giugno di grano tenero, grano duro, orzo, mais, erba medica, soia, girasole e colza, rilevati dalle Camere di Commercio ed elaborati da Borsa Merci Telematica Italiana (BMTI).

Prime quotazioni del nuovo raccolto per i grani teneri italiani, tra cui spicca la variazione negativa su base annua per le varietà di forza, ovvero i grani di migliore qualità, che sulla piazza di Bologna accusano un ritardo prossimo al 10%.

Scivola anche la provenienza americana

Prezzi in calo nei listini delle Camere di Commercio per i grani esteri, in particolare per i grani di provenienza nordamericana, complice un incremento dell’offerta. Ancora non quotati i grani duri. Maggiore stabilità per gli orzi, il cui confronto con lo scorso anno rimane comunque positivo. Sostanziale stabilità per il mais secco ad uso zootecnico, sia di origine nazionale che estero, anche per via di una minore domanda.

Torna stabilità nel mercato della soia

Dopo i marcati ribassi osservati nelle precedenti settimane, dettati dai timori della guerra commerciale tra Cina e USA, nel mercato nazionale della soia è prevalsa una maggiore stabilità. È proseguita invece la caduta delle quotazioni presso la borsa di Chicago, dove i valori nell’arco di un mese, tra la seduta del 1 giugno e quella del 29 giugno, hanno perso il 17%.

Scarica il dettaglio dei prezzi nel periodo dal 25 al 30 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome