Ortofrutta, dominano i segni meno nelle quotazioni all’ingrosso

ortofrutta
Scarsa domanda fattore principale che spinge verso il basso un po' tutti i listini dei principali prodotti ortofrutticoli. Mele, produzione scarsa per colpa del maltempo

Cachi, prezzi in calo

L’alta disponibilità e la bassa domanda condizionata dalle temperature ancora alte hanno portato ad un calo delle quotazioni dei cachi. Si rileva una flessione nelle quotazioni anche del caco mela spagnolo. E’ presente maggiormente prodotto dell’Emilia-Romagna.

Carote stabiliterra e vita

Non si registrano variazioni nelle quotazioni delle carote, caratterizzate da una minore disponibilità di prodotto rispetto gli anni precedenti a causa dell’estate torrida e secca, fattore che ha portato i prezzi su livelli superiori alla media del periodo.

Castagne, valori sopra la mediaterra e vita

Aumentano i quantitativi delle castagne ma le temperature ancora non basse ne scoraggiano l’acquisto. I quantitativi raccolti sono minori a causa delle rare precipitazioni in estate che hanno causato una minore produzione del frutto. Ciò spiega perché i prezzi si attestano su livelli superiori alla media del periodo.

Cavoli broccoli in caduta libera

Dopo la combinazione di bassa disponibilità e alta domanda di broccoli si registra un’inversione di rotta, con quotazioni in deciso calo per questa settimana.

Cicoria giù

Entra nel vivo la campagna delle cicorie, anche della varietà a puntarelle, ma la domanda resta su livelli normali. Quotazioni in calo grazie per effetto dei quantitativi presenti nei mercati.

Mele depresse

Annata delle mele italiane all’insegna della bassa disponibilità di prodotto a causa del maltempo e della cimice asiatica. Entra nel vivo la campagna delle mele annurca della Campania, con una buona qualità, che registrano un calo delle quotazioni per la buona disponibilità di prodotto. Prime partite di mele Morgenduft e di Nicoter.

Pere senza novitàterra e vita

Non si registrano particolari variazioni per le pere che continuano a manifestare ampi rincari annuali per la produzione nazionale dovuto alla bassa disponibilità di prodotto. In entrata le prime Kaiser emiliane e le decana comizio estere anch’esse con quotazioni su livelli superiori alla media del periodo.

Radicchio, si ferma la discesaterra e vita

Prezzi stabili per i radicchi, in particolar modo per le varietà lungo precoce e tondo rosso. È iniziata la campagna della varietà semilungo del Veneto, presente solo in alcuni mercati del Nord-est Italia.

Uva da tavola in leggera flessione

Domanda su livelli inferiori per l’uva bianca Italia con ripercussioni negative sui prezzi. La domanda è inferiore rispetto alla media del periodo con prezzi in calo su base annua per la varietà rosata. Volge al termine la campagna dell’uva fragola.

Zucche in lieve diminuzione

Leggero calo per le zucche, con presenza di diverse varietà. Domanda su livelli alti soprattutto per la festività di Halloween per composizioni di piatti tipici e anche per decorazioni a tema. Con l’arrivo di novembre si è però registrato un calo con conseguente ribasso delle quotazioni.

Zucchine in rosso

Prezzi in calo per le zucchine che rivelano una situazione altalenante a seconda delle diverse giornate della settimana. Nel week end si è infatti registrato un aumento della domanda e quindi delle quotazioni, andamento opposto rispetto l’inizio della settimana caratterizzata da un’alta disponibilità di prodotto ma domanda stabile su livelli bassi.

Leggi i prezzi dei prodotti ortofrutticoli del 2 novembre 2021

Ortofrutta, dominano i segni meno nelle quotazioni all’ingrosso - Ultima modifica: 2021-11-03T16:43:17+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome