Due giovani sudtirolesi tra i migliori agricoltori d’Europa

giovani agricoltori
Andreas Kalser e Josef Obkircher
Andreas Kalser e Josef Obkircher, con i loro funghi nobili sudtirolesi “Kirnig”, sono stati premiati al sesto congresso europeo dei Giovani Agricoltori, un evento online al quale hanno partecipato oltre trecento giovani agricoltori da tutta Europa

Andreas Kalser e Josef Obkircher sono i due giovani agricoltori di Aldino (Trentino-Alto Adige) che con i loro funghi nobili sudtirolesi “Kirnig” da coltivazione biologica sono stati premiati al sesto congresso europeo dei Giovani Agricoltori, un evento online al quale hanno partecipato oltre trecento giovani agricoltori da tutta Europa. L’iniziativa vuole premiare i giovani per le loro idee innovative e pratiche sostenibili. Quest'anno i progetti provenienti da tutta Europa sono stati quindici.

L’idea vincente

Andreas e Josef nel 2017 hanno recuperato un vecchio fienile nell’antico maso “Hof im Thal” e lo hanno riprogettato per la coltivazione biologica di funghi. Una sfida ambiziosa per raggiungere uno dei mercati principali del territorio, la ristorazione. Nessuno all’inizio credeva nell'impresa, che resta unica in tutto l’Alto Adige. Oggi, grazie a tanta passione e innovazione, oltre ai funghi Cardoncelli disponibili tutto l'anno, i ragazzi allevano i particolari cino-giapponesi "Shiitake".

 

 

Le peculiarità dei funghi Shiitake

I funghi Shiitake biologici sono originari della Cina e del Giappone dove crescono spontanei. Dal profumo particolarmente aromatico, hanno una consistenza piacevolmente carnosa e il loro sapore ricorda vagamente l'aglio. La polpa è biancastra-marroncina chiara. Particolarmente succosi, raggiungono fra i 6 e i 12 cm di altezza.

Dorfmann: «I giovani contribuiscono all'avanzata di una agricoltura moderna»

giovani agricoltori
Herbert Dorfmann

«La vittoria di un progetto sudtirolese è un’ottima notizia. Il congresso è un’eccellente opportunità per i giovani agricoltori per presentare i loro progetti innovativi. In questo modo contribuiscono a far avanzare un’agricoltura moderna e sostenibile». Lo ha affermato l’europarlamentare sudtirolese Herbert Dorfmann che ha co-organizzato il congresso.

Il premio, introdotto nel 2012, ha l’obiettivo di valorizzare il ruolo centrale che i giovani agricoltori svolgono nelle zone rurali e i loro approcci innovativi. «Solo l’11% delle aziende agricole nell'Unione europea è gestito da agricoltori di età inferiore ai quarant’anni. Con la riforma della Pac, stiamo intensificando i nostri sforzi per attirare i giovani verso l’agricoltura - afferma Dorfmann - garantendo loro un reddito equo e dignitoso. Fare l’agricoltore è una professione: i giovani agricoltori devono ricevere gli strumenti e una formazione adeguata per avere successo. È nostra responsabilità dare alle nuove generazioni una prospettiva per il futuro».

«L’agricoltura del futuro sarà più sostenibile e raggiungeremo gli obiettivi della politica agricola comune solo se i giovani agricoltori continueranno a pensare in modo innovativo adottando pratiche rispettose dell’ambiente nella loro attività quotidiana. Il progetto di Andreas e Josef - ha concluso Herbert Dorfmann - è in questo senso un ottimo esempio».

Leggi qui

le storie degli altri giovani agricoltori innovativi del nostro Osservatorio Giovani

 

 

Due giovani sudtirolesi tra i migliori agricoltori d’Europa - Ultima modifica: 2020-12-12T11:16:35+01:00 da Laura Saggio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome