Timac e Cmcc insieme per un’agricoltura sostenibile nel Mediterraneo

zootecnia
Timac Agro Italia, azienda leader nel settore della nutrizione vegetale, e la Fondazione Cmcc, il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, hanno stipulato un accordo di collaborazione scientifica sui temi dell’agricoltura mediterranea e del cambiamento climatico

La partnership triennale tra Timac Agro Italia e il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici punta alla costruzione di agrosistemi resilienti, nel quadro globale degli obiettivi di sviluppo sostenibile definiti dalle Nazioni Unite.

Pierluigi Sassi

«Questo accordo – dichiara l’amministratore delegato di Timac Agro Italia, Pierluigi Sassi – conferma il nostro impegno in favore di un’agricoltura efficiente e sostenibile. Una missione che, da anni, guida costantemente il nostro agire e che oggi, grazie alla collaborazione con il Cmcc, può esprimersi in una nuova e più ampia prospettiva, rivolgendosi non solo alla comunità scientifica e agli addetti ai lavori del settore, ma anche ai più giovani e alla società in generale».

 

 

Antonio Navarra

Per il Presidente del Cmcc Antonio Navarra «l’accordo è in linea con le strategie della Fondazione nell’impegno a fornire dati e informazioni prodotti da una rigorosa ricerca scientifica, su tematiche legate all’agricoltura sostenibile del Mediterraneo».

Ricerca e divulgazione

Nel concreto, l’accordo darà vita a numerose attività di ricerca scientifica, divulgazione e formazione, su colture mediterranee come olivo, frumento e vite.

Tra le attività oggetto dell’accordo si citano: svolgimento di esercitazioni tesi, progetti e convegni; pubblicazioni scientifiche, ricerche e studi, anche per completare le attività didattiche; partecipazione a progetti di ricerca e richieste di finanziamento a livello regionale, nazionale ed europeo, tramite la partecipazione a bandi del Programma Operativo Nazionale, del Fondo Sociale Europeo o di altri programmi di comune interesse; forme di collaborazione con altre Università, centri di ricerca e istituti pubblici e privati; promozione di conferenze, incontri, seminari e scambi culturali nel campo della ricerca applicata e della cooperazione in campo agricolo; finanziamento di borse di studio per ogni forma di attività didattica e di borse di dottorato e post-dottorato.

Timac Agro Italia

Filiale italiana dal 1991  del gruppo francese Roullier, punto di riferimento mondiale nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti, opera anche in Italia con la sua rete di oltre 150 tecnici agronomi che, ogni giorno, visitano le aziende agricole su tutto il territorio nazionale, offrendo assistenza tecnica in materia di nutrizione vegetale. La tecnologia dei prodotti Timac Agro Italia Italia è il risultato dell’attività del “Centro Mondiale per l’Innovazione” (C.M.I.) del Gruppo Roullier, il più grande centro di ricerca privato in Europa dedicato alla nutrizione vegetale e animale.

Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici

Fondato nel 2005, il Cmcc è un ente di ricerca no-profit la cui missione è realizzare studi e modelli del sistema climatico e delle sue interazioni con la società e con l’ambiente, per garantire risultati affidabili, tempestivi e rigorosi al fine di stimolare una crescita sostenibile, proteggere l’ambiente e sviluppare, nel contesto dei cambiamenti climatici, politiche di adattamento e mitigazione fondate su conoscenze scientifiche. Tra le attività che ne caratterizzano la ricerca, la Fondazione Cmcc ha sviluppato e applicato nell’ambito di diversi progetti nazionali e internazionali strumenti modellistici finalizzati alla valutazione degli impatti dei cambiamenti climatici su colture mediterranee, allo sviluppo di servizi climatici e alla valutazione di tecniche di gestione colturale per l’adattamento e la mitigazione dei cambiamenti climatici, con particolare riferimento alla gestione sostenibile del suolo e della risorsa idrica.

Timac e Cmcc insieme per un’agricoltura sostenibile nel Mediterraneo - Ultima modifica: 2021-05-26T14:32:52+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome