Conor accelera con una nuova piattaforma al Car

    Inaugurata venerdì scorso al Centro agroalimentare di Roma grazie a un investimento di quasi 3 milioni di euro. Horeca, Alberghiero e Gdo nel mirino

    Dopo tre anni di attività al Centro agroalimentare della capitale - il più grande Mercato all’ingrosso d’Italia – venerdì scorso Conor, società del gruppo Agribologna specializzata nella distribuzione di ortofrutta fresca nel canale della ristorazione, ha inaugurato una propria piattaforma, la 21esima. Essere attivi nel Lazio significa servire in particolare i canali Horeca-Alberghiero e Gdo, ma anche i settori navale, scolastico e aziendale.

    «La piazza di Roma è sempre più importante e abbiamo deciso di investirci perché nei prossimi anni puntiamo a svilupparvi un lavoro molto importante. Questo magazzino, pertanto, non è il punto di arrivo, ma quello di partenza. Le aspettative sono molte, l’azienda ha fatto sforzi importanti, ma quest'area ci sta dando soddisfazione, soprattutto per quanto riguarda il mercato della ristorazione e alberghiero, non potevamo mancare con una nostra struttura ammodernata e costruita per garantire i nostri standard di qualità, sicurezza e freschezza», ha detto a TerraèVita Angelo Palma, direttore generale del Consorzio Agribologna.
    «Qui – ha proseguito - ci saranno i prodotti locali, come in tutte le altre nostre strutture daremo priorità alla filiera corta, utilizzando produzioni del territorio o, come nel caso delle mele e delle arance, dal territorio nazionale. Puntiamo a valorizzare il territorio e da questa piattaforma serviremo Roma e tutto il Lazio».


    La nuova piattaforma romana - già progettata per essere ampliata in tempo reale – copre 3.170 metri quadrati completamente refrigerati, con una potenzialità di 25.000 ton l’anno e un assortimento di 300 referenze sempre disponibili di ortofrutta fresca, dalla prima gamma al biologico, Igp, Dop, IV e V gamma. «Dopo Viviromano (la piattaforma creata insieme ad Apofruit e Agribologna, ndr), avevamo raggiunto un livello di volumi tali da dovere pensare a una nostra piattaforma, così è nata questa struttura da 2,5-3 milioni di euro di investimenti»”, ci ha spiegato Lauro Guidi presidente Consorzio Agribologna, che ha aggiunto:
    «La posizione è strategica. Vicinissima alla città e ideale per la distribuzione territoriale. Da una parte ci serviamo di collaborazioni commerciali sul territorio, ma dall'altra parte abbiamo già in programma di allargare la nostra base sociale».
    E, se per ora il centro-sud è “coperto”, anche grazie a piattaforme indirette, Conor ha già in programma nuovi investimenti al Nord, nello specifico «abbiamo una operazione in corso per la rivisitazione della piattaforma di Milano, ma ne parleremo meglio tra un paio di mesi», ha anticipato il presidente di Agribologna.

    Agribologna – Mercati, un legame consolidato

    La piattaforma romana conferma il legame del Gruppo con i Mercati. «È una delle caratteristiche che ci contraddistinguono – ha osservato Guidi - Quando poi le partnership sono attivate con realtà moderne e all'avanguardia in Italia, come il Car di Roma, la soddisfazione e la prospettiva sono di reale e particolare rilievo».

    Fabio Massimo Pallottini e Lauro Guidi

    «Con questa inaugurazione – ha concluso Fabio Massimo Pallottini, direttore generale del Car - diventiamo sempre più un polo logistico polifunzionale adatto a soddisfare qualsiasi domanda relativa al mondo dei consumi. È per noi un valore aggiunto avere anche Conor nella nostra realtà, poiché ci permette di arricchire i servizi e i prodotti lavorati che i nostri clienti Horeca cercano. Lo sviluppo della nostra azienda va sempre in questa direzione e siamo orgogliosi di fare oggi un ulteriore passo in avanti».

    Conor accelera con una nuova piattaforma al Car - Ultima modifica: 2019-12-16T06:00:13+00:00 da Raffaella Quadretti

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome