La Fiera in campo di Vercelli guarda alla nuova Pac

Anga e Confagricoltura nel convegno di apertura (22 febbraio) della Fiera di Vercelli analizzeranno i riflessi della Politica agricoli sulla risicoltura. Un giorno in più per la manifestazione che si terrà nella Fiera di Caresanablot

 

Dal 22 al 24 febbraio torna la Fiera in Campo di Vercelli che si tiene nel centro Fiere di Caresanablot (Vc). E anche se per il riso l’ultima campagna non è stata una delle migliori, la manifestazione quest’anno si apre comunque in un’atmosfera di maggiore serenità dopo il ripristino dei dazi sul riso importato da Cambogia e Myanmar. Grazie anche all’intervento del Ministro Centinaio che ha promesso un sostegno importante a questa coltura.

Le forti pioggia di primavera avevano fatto pensare al peggio per la coltura del riso ma poi la situazione è andata gradualmente migliorando e alla fine i risultati non sono mancati. E anche se le superfici e le produzioni sono calate, le rese invece hanno raggiunto livelli interessanti (vedi lo Speciale Riso di Terra e Vita 7 a pag. 42 e seguenti).

Adesso si guarda avanti e alla nuova Pac (2021-2027, salvo proroghe) che rappresenterà un momento davvero importante per il futuro della risicoltura. E così quest’anno il tradizionale convegno di apertura della Fiera in campo di Vercelli (22 febbraio) è stato trasformato in una tavola rotonda, nella quale si confronteranno Confagricoltura, Anga e il Ministro Centinaio che andrà ad analizzare le criticità della Politica agricola comunitaria che verrà.

 

Giovani in prima linea

«La Pac che ho avuto l’occasione di conoscere è una politica attenta al mondo del riso e al rispetto e alla valorizzazione della sua specificità, ma i fondi messi a disposizione sono in forte contrazione» ha detto Luigi Saviolo presidente Anga Piemonte che parteciperà all’incontro organizzato presso la Fiera di Vercelli.

«L’ultima riforma del 2014 ha infatti previsto una riduzione economica del 40% degli aiuti diretti verso le aziende risicole nel periodo 2014-2020. Nel 2020 ci sarà la nuova riforma della Pac e le nuvole all’orizzonte per l’agricoltura e soprattutto per la risicoltura sono molte» continua Saviolo.

«Da giovane risicoltore spero e mi aspetto che la nuova riforma possa aprire una nuova pagina della risicoltura italiana ed europea - conclude -, continuando sulla strada intrapresa nel 2003 della sempre maggiore attenzione alle tematiche ambientali ma senza dimenticarsi di permettere alle aziende risicole di poter rimanere competitive su un mercato che ormai si muove a livello mondiale».

Un confronto importante

Alla tavola rotonda dei Vercelli sono previsti interventi di Vincenzo Lenucci direttore dell’area economica di Confagricoltura e di Massimiliano Giansanti presidente di Confagricoltura, mentre le conclusioni saranno curate del ministro Gian Marco Centinaio. E sarà interessante capire quali sono le prossime iniziative del Mipaaft per il comparto.

Alla fine della tavola rotonda sarà subito aperta la fiera, che gli anni precedenti si apriva invece il giorno successivo al convegno, che così avrà una durata di due giorni e mezzo rispetto ai due consueti,

In tutti e tre le giornate sono previsti molti eventi importanti, come la Mostra di modellismo agricolo, la riunione interregionale del Nord italia di Anga (ore 16 del 23 febbraio) e la risottata Donne & Riso (23 e 24 alle 11)

Per ben 5 volte, infine, saranno effettuate le prove in campo nel corse delle quali si potranno vedere al lavoro le macchine e le attrezzature più innovative per la risicoltura.

La Cambogia fuori dal regime Eba?

E proprio mentre la Fiera di Vercelli sta per aprire i cancelli, la Commissione Ue ha dato il via libera al processo che potrebbe reintrodurre i dazi anche su risone e semigreggio

L'Ue ha avviato il processo che potrebbe portare, alla sua conclusione, prevista tra 12-18 mesi alla sospensione temporanea dell'accesso preferenziale della Cambogia al mercato Ue nell'ambito del programma commerciale Everything But Arms (Eba).

Le preferenze Eba possono essere rimosse se i paesi beneficiari non rispettano i diritti umani fondamentali ed i diritti del lavoro. L'avvio della procedura di recesso temporaneo non comporta una rimozione immediata delle preferenze tariffarie, che sarebbe l'opzione di ultima istanza. Invece, dà il via ad un periodo di monitoraggio e coinvolgimento intensi.

L'obiettivo dell'azione della Commissione rimane quello di migliorare la situazione per la popolazione locale. Per il settore risicolo è una notizia importante in quanto, dopo la reintroduzione dei dazi sul riso lavorato e semilavorato decisa con l'adozione della clausola di salvaguardia, significa che, se al termine del monitoraggio europeo delle condizioni sociali cambogiane sarà confermata la rimozione delle preferenze EBA, i dazi torneranno anche sul risone e sul riso semigreggio e alla fine del periodo di salvaguardia i dazi sul riso semilavorato e lavorato saranno re-introdotti a livello della normale tariffa doganale comune.

 

La Fiera in campo di Vercelli guarda alla nuova Pac - Ultima modifica: 2019-02-18T16:44:30+00:00 da Alessandro Maresca

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome