Macfrut, Anbi lancia il progetto Goccia Verde per l’irrigazione sostenibile

Anbi
Un programma volontario di certificazione dell’uso sostenibile dell’acqua e del territorio

L’Anbi nazionale, in occasione della giornata inaugurale di Macfrut Digital, ha presentato l’anteprima del progetto Goccia Verde: un programma di certificazione ambientale volontaria per l’istituzione di un marchio di qualità dei prodotti agricoli e agro-alimentari che valorizzi un uso razionale ed oculato della risorsa idrica irrigua, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo.

Anbi
Da sx: il direttore generale Anbi Massimo Gargano e il presidente Anbi Francesco Vincenzi

«Il modello Goccia Verde - ha affermato il direttore generare di Anbi Massimo Gargano -rappresenta una nuova e avanzata certificazione per l’utilizzo sostenibile della risorsa idrica. Il consorzio di bonifica certificato, sulla base di indicatori specifici di settore, avrà la facoltà di effettuare una valutazione della sostenibilità territoriale».

 

 

Lo standard Goccia Verde potrà essere assegnato sia all'azienda sia al singolo prodotto. Tutti i prodotti agricoli che utilizzano sistemi di irrigazione sostenibili potranno fregiarsi dunque di un marchio che permetterà al consumatore di identificarli immediatamente.

Anbi, ottimizzare l'uso dell'acqua è scelta strategica per il futuro

«La certificazione - specifica Gargano - incrementa il valore ambientale del prodotto, dell’impresa agricola e dell’intero settore. L’acqua è strumento di misura e valutazione globale della sostenibilità idrica e marchio di competitività».

Gargano ha poi aggiunto che «Senza acqua non c’è agricoltura né cibo. L’agricoltura può e deve essere alla base del modello vincente di sviluppo del nostro Paese. Inoltre, ottimizzare l'uso dell'acqua in agricoltura risponde non solo a criteri economici ed ambientali, ma contribuisce alla complessiva necessità di dare risposta alla grande sete di vaste zone del pianeta e a milioni di persone che vi abitano».

Vincenzi, «Goccia Verde significa reddito per le nostre imprese»

«Con il progetto Goccia verde riusciremo, insieme al nostro centro di ricerca, a certificare l'acqua che andiamo a distribuire nella produzione dell'ortofrutta. Questo - ha ribadito il presidente di Anbi Francesco Vincenzi - può rappresentare un valore aggiunto rispetto alle sfide del futuro del nostro agroalimentare"

Macfrut, la prima edizione digitale parte col piede giusto

Il presidente di Macfrut Renzo Piraccini, durante l'inaugurazione della fiera, ha affermato che questa prima edizione digitale «Non sarà l’ultima. Siamo pionieri di un progetto dalle immense potenzialità. Una innovazione che il settore ha recepito tanto da registrare il tutto esaurito. L’ortofrutta italiana ha bisogno di allargare il proprio raggio di azione e di costruire nuove relazioni commerciali nel mercato internazionale. Questo nuovo strumento è il nostro contributo»».

Complessivamente sono 530 i moduli venduti per 400 espositori suddivisi in 10 padiglioni. Le aziende italiane sono il 60% del totale, una su due dalla produzione. Alta la presenza estera, il 40 %, con arrivi da 4 Continenti.

Macfrut, Anbi lancia il progetto Goccia Verde per l’irrigazione sostenibile - Ultima modifica: 2020-09-08T16:44:36+02:00 da Laura Saggio

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome