Parlamento europeo e Consiglio hanno raggiunto l'intesa sulle regole che guideranno la politica agricola comunitaria nel prossimo biennio

Via libera al Regolamento transitorio. Venerdì scorso i negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio hanno trovato l’accordo definitivo sul regolamento transitorio della Pac, che detta le regole del gioco per gli anni 2021 e 2022, in attesa dell’applicazione della futura normativa che dovrebbe entrare in vigore il 1 gennaio 2023.

Recupero e resilienza

Il testo, che dovrà ora essere confermato dal Parlamento europeo, in Commissione agricoltura e successivamente nella sessione plenaria di dicembre e dall’ultimo Consiglio agricoltura sotto presidenza tedesca dell’Unione europea, contiene sia le norme concordate già in giugno, sia l’accordo raggiunto il 10 novembre relativo agli aiuti specifici per lo sviluppo rurale all’interno del Next Generation UE, il nome sotto cui si “nascondono” i finanziamenti per il recupero e la resilienza dell’economia dall’emergenza Covid-19.

 

 

Nessuna interruzione dei pagamenti

In base al progetto di accordo, le norme Pac esistenti saranno dunque di applicazione anche per i prossimi due anni, in modo che i pagamenti agli agricoltori e ai beneficiari dello sviluppo rurale possano continuare senza interruzioni.

Il testo prevede anche la proroga della misura eccezionale di sviluppo rurale adottata in risposta alla pandemia, concedendo agli Stati membri sei mesi in più per presentare domande ed effettuare pagamenti, a determinate condizioni.

Budget ancora sospeso

Ovviamente resta in sospeso il budget a disposizione. Se, pur sembrando poco probabile, si confermerà lo stallo nei negoziati sul Quadro Finanziario Pluriennale, l’anno venturo si presenterà con uno scenario inedito che prevede sostanzialmente anche la proroga degli attuali stanziamenti, decisi per dodicesimi, ma ovviamente non darebbe il via alle spese legate al Next Generation UE, lasciando nel limbo i circa 8 miliardi decisi a luglio dai Capi di Stato e di Governo.

Le raccomandazioni di Wojciechowski

Intanto proseguono i negoziati sulla riforma della PAC. Il Commissario all’agricoltura, il polacco Janusz Wojciechowski, ha annunciato che in occasione della riunione della Commissione agricoltura del Parlamento europeo in programma il 1 dicembre, presenterà le raccomandazioni della Commissione agli Stati membri sui piani strategici nazionali.

La prima bozza di raccomandazioni, che dovrebbe già essere nota ai governi nazionali, copre i nove obiettivi chiave della Pac e temi trasversali come la modernizzazione, l'innovazione e la conoscenza. La Commissione è pronta a presentare la serie finale di raccomandazioni prima di Natale (probabilmente il 18 dicembre).

Piani strategici entro fine 2021

L’obiettivo è di riuscire a finalizzare i Piani strategici, sulla base delle proposte che saranno presentate dai singoli Stati membri, entro la fine del prossimo anno. Le raccomandazioni, basate su un'analisi di ciascuna situazione nazionale rispetto alla qualità del suolo, dell'aria e dell'acqua, della biodiversità e del suolo biologico, saranno particolarmente importanti per definire come la Commissione si aspetta che i piani strategici della PAC contribuiscano al Green Deal e in particolare agli obiettivi fissati nelle strategie Farm to Fork e Biodiversità.

Regolamento transitorio, accordo definitivo per gli anni 2021-2022 - Ultima modifica: 2020-11-30T15:34:55+01:00 da Gianni Gnudi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome