L’agricoltura 4.0 si espande nelle campagne italiane

agricoltura 4.0
Secondo l'Osservatorio Smart Agrifood negli ultimi due anni gli investimenti in tecnologie di smart agricolture sono più che raddoppiati

Nonostante la crisi provocata dalla pandemia, negli ultimi due anni l’agricoltura 4.0 ha continuato il percorso di crescita ed evoluzione in Italia. Il mercato è passato dai 540 milioni di euro di fatturato del primo semestre del 2020 a 1,3 miliardi a fine 2020, fino ad arrivare a 1,6 miliardi nel 2021 (+23%). Una crescita guidata dalla spesa per macchine e attrezzature agricole connesse, pari al 47% del mercato e in aumento del 17%, seguita da quella per sistemi di monitoraggio e controllo applicabili a mezzi e attrezzature agricole post-vendita (35%).

A dirlo è una ricerca dell'Osservatorio Smart Agrifood della School of Management del Politecnico di Milano e del Laboratorio Rise (Research & Innovation for Smart Enterprises) dell'Università degli Studi di Brescia, condotta su 869 aziende agricole e agroalimentari italiane.

Raddoppia la Sau condotta con strumenti 4.0

Secondo l'indagine è cresciuta la superficie coltivata con strumenti di agricoltura 4.0 da parte delle aziende agricole, che nel 2021 ha toccato il 6% del totale, il doppio dell’anno precedente. Il 60% degli agricoltori italiani nel 2021 ha utilizzato almeno una soluzione di agricoltura 4.0, +4% rispetto al 2020, e oltre quattro su dieci ne utilizzano almeno due, in particolare software gestionali e sistemi di monitoraggio e controllo delle macchine. Si segnala anche la crescente attenzione ai sistemi di analisi dei dati e supporto delle decisioni, confermata dal 26% di aziende agricole che prevede investimenti in questo ambito dell’agricoltura 4.0 per il prossimo futuro.

Impulso decisivo dagli incentivi

La crescita del mercato è trainata dagli incentivi, in particolare dalle agevolazioni dei Psr e dal Piano transizione 4.0: tre quarti delle aziende agricole hanno impiegato almeno un incentivo di Agricoltura 4.0 e l’84% sostiene che abbiano avuto un impatto determinante sulle scelte di investimento, consentendo di anticiparli (per il 44% delle aziende), di investire in più soluzioni (20%) o in una soluzione più costosa (20%). Anche se non mancano le criticità, in particolare l’eccesso di burocrazia e incentivi non del tutto mirati alle esigenze delle aziende agricole.

Blockchain nell'agrifood questa sconosciuta

Lato consumatori, secondo l'indagine, metà degli italiani cerca informazioni sulla tracciabilità degli alimenti, utilizzando soprattutto sito internet, social e Qr Code. Ed è proprio la tracciabilità uno degli ambiti in cui le aziende stanno maggiormente utilizzando il digitale. Il settore continua a guardare con forte interesse alle tecnologie Blockchain & Distributed Ledger, però, solo il 6% dei consumatori italiani ha già sentito parlare di Blockchain nell'agrifood.

L’agricoltura 4.0 si espande nelle campagne italiane - Ultima modifica: 2022-03-15T17:34:34+01:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome