Più giallo, meno verde: in totale il kiwi italiano cala del 6%

    L’actinidia nazionale sostanzialmente è in tenuta, ma L’analisi del CSO Italy traccia il profilo di un’annata lontana dai record produttivi e commerciali del 2018

    Più giallo meno verde: il kiwi nazionale cambia progressivamente la sua tonalità di colore.

    Anteprima del dossier Actinidia in uscita su Terra e Vita 29

    Abbonati e accedi all’edicola digitale

    Scarica il pdf con l’analisi del CSO (Tomas Bosi ed Elisa Macchi) con le stime produttive 2019 in Italia e nei paesi competitor e con il bilancio commerciale 2018

    Impianti, il boom del giallo

    A livello nazionale, sulla base delle stime effettuate da Cso Italy, gli impianti in produzione (con età di 3 anni ed oltre) di kiwi in Italia ammontano a poco meno di 24.900 ettari, segnando un calo di quasi 2 punti percentuali sullo scorso anno.

    Gli impianti a polpa verde sono quelli che denotano la flessione, fermandosi a 21.200 ettari, -5% rispetto alla precedente annata. In tutte principali regioni produttive evidenziano una riduzione, in svariati casi imputabile all’ampliamento delle aree colpite dalla moria. Solamente le regioni meridionali proseguono ancora con una progressione del loro potenziale produttivo.

    Le superfici produttive a kiwi a polpa gialla (G3, Jintao, Jinyang, Soreli e Dorì) confermano, al contrario, il notevole aumento che avevano già registrato nel recente passato, da 2.800 ettari del 2018 ad oltre 3.600 ettari del 2019, il +27%.

    371 mila tonnellate, la produzione 2019

    In termini di volumi, l’offerta di kiwi verde italiano è prevista in riduzione dopo la lieve ripresa del 2018, con circa 353.000 tonnellate di prodotto commercializzabile, corrispondenti al -10% sull’anno scorso. Il kiwi a polpa gialla, nella complesso di tutte le cultivar presenti, incrementa nonostante rendimenti in calo, del +16% sul 2018, per effetto dell’entrata delle superfici di recente messa a dimora. Nell'insieme potrebbe sfiorare le 70.000 tonnellate.

    In termini generali la produzione commercializzabile del kiwi italiano (verde + giallo) potrebbe porsi appena sopra le 371.000, -6% rispetto alla commercializzabile dello scorso anno.

    La situazione nelle varie regioni

    Nel confronto con l’anno precedente si rilevano cali significativi in alcune delle principali regioni: Piemonte, Veneto, Lazio e Campania. In Emilia-Romagna, Friuli ed in alcune aree del sud Italia (Calabria in particolare) si rileva al contrario un lieve aumento di produzione, che non compensa i cali delle altre regioni. In ampliamento la diffusione della moira, con abbattimenti in diverse aree ma anche con un impatto negativo sulle rese unitarie.

    Scarica il pdf con l’analisi del CSO (Tomas Bosi ed Elisa Macchi) con le stime produttive 2019 in Italia e nei paesi competitor e con il bilancio commerciale 2018

    La situazione nei paesi a raccolta autunnale

    tab. 1 Produzione 2019 (dati in tonnellate)
    2015/16  2016/17 2017/18 2018/19 Prev. 2019/20 var. % 2019/20 su 2018/19
    Italia 575.096 451.742 369.096 393.400 371.000 -6
    Francia 60.000 62.000 58.000 55.000 55.300 +1
    Portogallo 29.700 23.700 35.400 34.000 27.000 -21
    Spagna 15.000 13.500 15.500 16.900 18.200 +8
    Grecia 198.700 216.500 220.000 220.000 220.000 =
    Totale Europa 878.496 767.442 697.996 719.300 691.500 -4
    Usa/California 24.000 28.500 34.900 33.300 34.000 +2
    Giappone 33.000 34.000 16.000 30.000 30.000 =
    Corea del Sud 11.000 11.000 19.000 20.500 20.500 =
    EN escl. Cina, Turchia e Iran 946.496 840.942 767.896 803.100 776.000 -3
    Fonte: Iko
    Più giallo, meno verde: in totale il kiwi italiano cala del 6% - Ultima modifica: 2019-09-18T18:08:42+00:00 da Lorenzo Tosi

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome