Il grano duro continua a ripiegare, mais ancora in ascesa, stop per la soia

dati agea tendenze del mercato dei cereali nazionale al 16 luglio 2020
Dopo la partenza "fuori mercato" i prezzi del grano duro continuano il riallineamento verso il basso. Sale ancora il mais per i timori di un raccolto scarso. Per la prima volta dopo settimane cala la soia estera

dati agea tendenze del mercato del grano tenero al 16 luglio 2020

Grano tenero, verso l'alto

Italiaterra e vita

I riflessi dei raccolti europei e internazionali si aggiungono al progressivo ritorno della domanda con effetti rafforzativi sulle quotazioni. A livello di scambi il mercato non fa registrare picchi anche se la qualità 2020, che non è comparabile come proteina al 2019 (calo di 1-2%), trova facile compensazione dalle origini Ue ed extra Ue. I molini restano selettivi nell’acquisto alla ricerca dei lotti più idonei sia sul pronto che sul primo semestre di campagna; ormai al termine i ritiri delle quote rimandate a futuro causa “covid”. I prezzi del tenero di forza “tipo Bologna” reso destino sfiorano i 220 €/t, con i panificabili superiori sui 200 €/t e i “misti” a 195-196 €/t; le origini Comunitarie in aumento mentre sono stabili gli esteri area dollaro.

 

dati agea tendenze del mercato del grano duro al 16 luglio 2020

Grano duro, valori verso la norma

Italia

Continua il riadeguamento delle quotazioni dopo l’impennata di apertura, ora riconducibile più a speculazione locale che a reale cambiamento degli equilibri (in volume) Italia; restano rese/ha e qualità inferiore al 2019, ma come dati si confermerebbero quelli di inizio Giugno con raccolto nazionale sui 3,7-3,8 mio/t. Attività di scambio comunque ben presente con i molini all’acquisto e una disponibilità di prodotto “any origin” che al momento si mantiene equilibrata a soddisfare le richieste del settore alimentare. In settimana il “Fino” Centro cede ulteriori 10 €/t e si riporta sui 300 €/t reso Ager con Foggia a 315-320 €/t (-3) arrivo; mercantile a sconto di un 8-20 €/t con Comunitari ed esteri “milling” ben tenuti.

 

dati agea tendenze del mercato del mais al 16 luglio 2020

Mais sempre più in alto

ItaliaTerra e Vita

Sulle piazze si respirano al contempo la supportiva (in prezzo) carenza di prodotto nazionale e la prospettiva (ribassista) di ampi raccolti Europa/Estero. Quotando il “pronto” la tendenza che si registra sulle Borse del Nord è di un ulteriore incremento di 2 €/t su Bologna con Milano “invariato”. Scambi di nazionale ridotti e principale attività da origini Ue o dai porti; domanda zootecnica senza acuti e ritenzione dell’offerta. Il mais “con caratteristiche” sui 192 €/t con il “generico” a 187-88 €/t; origini Comunitarie ed estere 2019 rispettivamente +1 €/t e + 3 €/t.

 

dati agea tendenze del mercato dei cereali foraggeri e oleaginose al 16 luglio 2020

Cereali foraggieri e oleaginose, giù la soia estera

Italiaterra e vita

Cereali foraggeri: il raccolto nazionale di orzo si conferma abbondante e “medio-pesante”; discreta offerta di tenero locale. Domanda a rilento e quotazioni fragili con gli orzi a 160 €/t (-1) reso Nord, i teneri a 180 €/t e il sorgo “nominale” a 190 €/t. Oleaginose: la soia nazionale resta “NQ” senza scambi. L’estera cala di 4-7 €/t sia per mercato debole che per effetto cambio quotando arrivo un 355-360 €/t.

Il grano duro continua a ripiegare, mais ancora in ascesa, stop per la soia - Ultima modifica: 2020-07-17T15:30:29+02:00 da Terra e Vita

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome