Tenero e duro in forte ascesa, stabile il mais. Foraggeri in rialzo

grano tenero
Con le borse merci chiuse fanno fede le quotazioni nominali che vedono il grano tenero “tipo Bologna” oltre i 270 €/t arrivo e il duro Sud a oltre 400 €/t

Grano tenero, scambi limitati

ItaliaTerra e Vita

Si quota su Ager Bologna con segnali decisamente rialzisti da confermarsi alla prima borsa in presenza anche se la tendenza è ormai delineata da un andamento produttivo buono ma anche dalle turbolenze comunitarie ed estere. In regime di prezzi in ascesa gli scambi sono limitati dalla scarsa offerta e da un atteggiamento cauto della domanda che in parte ha acquistato sotto trebbia. Con un raccolto sui 2,7-2,8 mln/t e una qualità definibile nella media, da verificare lotto per lotto, il mercato aggiorna i prezzi con il “tipo Bologna” oltre i 270 €/t arrivo, con sconto di 10-12 €/t per i “bianchi” (classe 2) e di 15-18 €/t per i “misti” (classe 3). Comunitari panificabili e di forza in salita di 20 €/t e “spring” di 5-7 €/t.

EuropaTerra e Vita

Con l’inizio della raccolta nelle aree centrali della Comunità, si delinea una situazione peggiore in qualità rispetto alle attese di inizio mese. Parte della produzione francese andrà verso un consumo zootecnico e le specifiche merceologiche e reologiche della produzione 2021 Europea sono inferiori al 2020 anche in Germania, Romania e Bulgaria. La tendenza dei prezzi resta quindi al rialzo anche per il contesto globale incerto e per la speculazione che torna sulle Borse. Produzione europea poco sopra i 130 mln/t, ma consumi e scambi locali e verso l’export attesi vivaci per un Supply-Demand che resta a rischio. L’Euronext settembre a 273 €/t con il dicembre a 244 €/t; il 76-11-220 Fob Costanza a 228 €/t e il Fob Rouen 264 €/t.

 

 

MondoTerra e Vita

Le ultime statistiche dell’americana Usda, negative soprattutto per la sensibile riduzione della produzione Russa 2021, hanno ridato spinta alla speculazione sulle borse a termine, ripotando incertezza sulla campagna in corso e sugli equilibri mondiali dove i principali esportatori perdono volumi. In Argentina torna il rischio siccità (la Niña) e le buone prospettive produttive australiane non sembrano sufficienti a colmare la minor produzione dell’area Mar Nero. Torna attuale il weather market. Prezzi Fob: l’argentino “pane” a 283 $/t, l’australiano Soft White a 291 $/t, il Dns Pacifico a 406 $/t, e il “milling” russo a 296 $/t.

Grano duro, raccolto inferiore alle attese e listini in tensione

ItaliaTerra e Vita

Annata molto condizionata dai rumors comunitari ed esteri che portano tensione nonostante un raccolto Italia buono anche se quantitativamente inferiore alle attese. Nonostante un calo degli utilizzi interni sulle piazze non si attenua la spinta rialzista sostenuta da una domanda molto presente a fronte di offerta riluttante ma comunque attiva. Quotazioni che sono spesso nominali, in assenza di ratifica ufficiale dalla Borse merci in pausa estiva. Solo Bologna quota in telematico un più 27 €/t che conferma la tendenza di mercato. Il tipo Fino Nord reso Ager vale 395 €/t con “nominali” il Centro partenza a 390 €/t e il Sud a oltre 400 €/t. Comunitari in rialzo ed esteri poco offerti e molto in tensione.

EuropaTerra e Vita

La sorpresa giunge dalla Francia dove si confermerebbero specifiche qualitative medie del raccolto scadenti a completare un quadro produttivo 2021 che vede la Comunità produrre un 7,5 mln/t, simile al 2020 ma con possibilità di vedere lotti prendere la via dell’uso zootecnico. L’evidente revisione del supply-demand evidenzia una carena di quantità ma anche di qualità che agita i mercati anche per la critica situazione mondiale 2021/22. I molini locali vorrebbero accelerare le coperture ma si scontrano con la ritenzione dell’offerta. Il “tipo Fino” Cif Italia sui 390 €/t.

MondoTerra e Vita

Ormai definitive le stime produttive di Usa (un mln/t) e Canada (sui 4 mln/t) per uno scenario mondiale che ripercorre l’annata 2014/15 ma con l’aggravante di minori scorte iniziali a compensare un’annata colpita in Nordamerica da perdurante siccità. Al momento gli scambi sono congelati in attesa di meglio capire: le reali disponibilità all’export, la qualità 2021 e (soprattutto) l’evoluzione della domanda in quei paesi (Turchia e Nord Africa) ove parte del consumo di grano duro potrebbe essere sostituito da grano tenero. La domanda locale in Usa e Canada mantiene da settimane le quotazioni al rialzo di fatto azzerando nuove esportazioni.  Il “grado 2 or better” vale oltre 600 $/t Cif Sud Mediterraneo.

Mais, primi responsi dal campo non positivi

Italiaterra e vita

I primi responsi qualitativi dalle trebbie non sono molto positivi ma è presto per fare bilanci. La situazione di mercato resta di attesa con riflessi calmieranti dai cosiddetti “rimpiazzi”. Su Ager (sola piazza che ha quotato il 19 agosto) i prezzi sono invariati in quasi assenza di scambi. In attesa di meglio capire volumi e specifiche del raccolto 2021, su Bologna il mais con caratteristiche arrivo Nord (ovest ed est) si conferma sui 273 €/t con i “generici” a sconto di 4 €/t. Comunitari ed esteri in aumento di 5-8 €/t a definire un premio sul nazionale di un 10 €/t.

Europaterra e vita

L’evoluzione climatica in agosto è stata favorevole e le prospettive di un ottimo raccolto Comunitario si confermano con la stima di raccolto 2021 a oltre 66 mln/t. In Francia e resto della Comunità le condizioni in campo sono più che buone e nonostante scorte iniziali ridotte le quotazioni risentono delle buone prospettive, anche se i consumi di campagna resteranno elevati. La presenza di maggiori volumi di cereali a paglia “feed” e la concorrenza estera (Ucraina) potrebbe indurre a quotazioni al ribasso nel proseguo dell’annata. Euronext di novembre a 216 €/t (+11) con il Gennaio a 218 €/t; lo “spot” Fob Bordeaux a 223 €/t.

Mondograno tenero

Il “weather market” in Usa (siccità) ha prima fatto salire i prezzi locali e future per poi farli rientrare dopo le più recenti verifiche “in campo” che confermano una produzione 2021 sui 375 mln/t. Comunque a sostenere i prezzi il deludente raccolto brasiliano che dovrà essere compensato, a livello volumi esportabili, da Usa e Ucraina (dove tutto procede bene), con possibili spiragli anche per l’Europa. In Cina la produzione sarà un più 4% sul 2020. Prezzi Fob: l’Usa a 265 $/t, l’ucraino a 274, l’argentino 239 $/t e il brasiliano a 267 $/t.

Oleaginose e cereali foraggeri, prezzi in rialzo

grano teneroItaliagrano tenero

Cereali foraggeri. Gli echi europei di problemi qualitativi mettono pressione agli utilizzatori locali che accelerano l’acquisto di orzi e tenero nazionale che su Bologna rincarano rispettivamente di 12 e 20 €/t; sorgo nominale sui 240 €/t partenza. Oleaginose. La soia nazionale non si quota ancora e fa mercato l’estera che si riapprezza di un 10-12 €/t per un valore arrivo sui 518 €/t.

Europagrano tenero

Cereali foraggeri. Confermato il calo in qualità degli orzi primaverili e del grano per una possibile maggiore disponibilità di cereali a paglia “feed” che comunque troverebbero sul breve termine buone prospettive commerciali verso l’export. Oleaginose. Mercati fortemente condizionati dall’andamento “globale” della domanda oggi pressante; la colza Ue resta ben tenuta; la colza Francese 2021 a 561 €/t resa Rouen; il girasole reso Bordeaux a 535 €/t.

Mondograno tenero

Cereali foraggeri. La siccità ha colpito gli orzi canadesi e del Mar Nero ed in presenza di forte domanda, le quotazioni si rafforzano; anche i grani teneri ed il sorgo rosso sono al rialzo. Turchia, Asia e Medioriente sono all’acquisto. L’orzo Fob Ucraina a 265 $/t, l’australiano a 240 $/t; il grano Srw Fob Golfo a 292 $/t e l’ucraino a 273 $/t. Oleaginose. L’ulteriore revisione al ribasso della produzione canadese di colza e i rincari degli oli vegetali sostengono il settore anche se l’andamento della soia resta incerto in attesa della conferma del consumo asiatico, allargato al palma. Prezzi Fob: la soia Usa a 549 $/t, l’argentina a 546 $/t. Canola canadese a 799 $/t.

Tenero e duro in forte ascesa, stabile il mais. Foraggeri in rialzo - Ultima modifica: 2021-08-23T11:16:22+02:00 da Simone Martarello

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome