Il balzo del Primitivo di Manduria tra le denominazioni top

    Mauro di Maggio
    Mauro di Maggio, presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria
    Eccellente il bilancio del 2019 con la crescita del 21% delle vendite. Per il presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, Mauro di Maggio, il successo è dovuto sia all’ottima qualità del prodotto sia all’efficace azione promozionale del consorzio

    Circa 17 milioni di litri che equivalgono a 22,7 milioni di bottiglie con un fatturato di oltre 147,5 milioni di euro (+ 21% rispetto al 2018). In particolare il Dop rappresenta il 98,6% dell’intero imbottigliato e il dolce naturale Docg l’1,4%. Sono questi i brillanti risultati dell’anno 2019 per il Primitivo di Manduria.

     

     

    Primitivo Manduria colonna della filiera enologica

    Il Primitivo di Manduria si coltiva su oltre 4mila ettari di vigneto, in 18 Comuni tra Taranto e Brindisi

    «Il Primitivo di Manduria è ormai una colonna portante della filiera enologica non solo pugliese ma anche italiana – afferma soddisfatto il presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria, Mauro di Maggio –. È un vino che non conosce crisi soprattutto all’estero con un exploit importante su tutti i mercati del mondo. Il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria attualmente vanta 57 aziende socie che vinificano e imbottigliano e oltre 1.500 viticoltori. Oggi il Primitivo di Manduria si coltiva su oltre 4mila ettari di vigneto, in 18 Comuni tra Taranto e Brindisi».

    Ottima qualità ed efficace azione promozionale

    Primitivo successo
    Il successo del Primitivo di Manduria è dovuto sia all’ottima qualità del prodotto sia all’efficace azione promozionale del Consorzio di tutela

    Uva Primitivo

    Il successo che il Primitivo di Manduria riscuote a livello mondiale, dichiara di Maggio, «è dovuto sia all’ottima qualità del prodotto sia all’efficace azione promozionale del Consorzio di tutela, che è nato nel 1998 con dieci aziende tra cooperative e private e ha ottenuto il riconoscimento legislativo nel 2002. La sua produzione è suddivisa in Primitivo di Manduria Dop, Primitivo di Manduria Dop Riserva e Primitivo di Manduria Dolce Naturale Docg. Nel dicembre 2015 il Consorzio ha ottenuto dal Mipaaf l’attribuzione in via esclusiva dell’incarico di coordinare le funzioni di tutela, promozione, valorizzazione, vigilanza, informazione del consumatore e cura generale degli interessi: è stato il riconoscimento “Erga Omnes” per la doc Primitivo di Manduria e per la Docg Dolce Naturale. I “vigilantes” costantemente operano per bloccare i marchi ingannevoli nei mercati maggiori e verificano che nelle bottiglie non ci siano incongruenze con il disciplinare. Altro ruolo che vede impegnato il Consorzio è la valorizzazione della doc attraverso campagne pubblicitarie ed eventi sia in Italia sia all’estero».

    Resistenza alla crisi causata
    dalla pandemia da Covid-19

    Consorzio
    In estate il Consorzio ha organizzato attività per far scoprire ai turisti le bellezze naturalistiche e vitivinicole di un territorio famoso in tutto il mondo per i litorali, la cultura e i vini

    Grazie alla qualità del prodotto, all’esperienza pluridecennale e alla coesione interna, il Consorzio ha retto bene la crisi commerciale e finanziaria seguita alla pandemia da Covid-19, sottolinea di Maggio. «Nella prima fase il blocco legato al lockdown ha dato una forte scossa alle aziende più piccole e meno solide. Ma il Consorzio non è stato fermo. Durante il lockdown abbiamo programmato didattica a distanza per le nostre aziende, organizzando corsi legati al cibo al vino e alla sostenibilità. L’intento è stato tenere vive le nostre passioni e creare un luogo di incontro virtuale. Poi, la scorsa estate l’andamento particolare del comparto turistico in Puglia ha fatto riprendere le vendite a livelli inaspettati e ha ridato linfa alle aziende produttrici e ai ristoratori. Da luglio a settembre abbiamo organizzato “Tra le Torri del Primitivo di Manduria”, un’occasione in quattro tappe per far scoprire le bellezze naturalistiche e vitivinicole della nostra zona famosa in tutto il mondo per i litorali, la cultura e i vini. Adesso proporremo l’evento anche in versione invernale. Bisogna ritornare a vivere esperienze di prossimità fatte di cibo e natura, perché le nostre aree rurali sono luoghi di grande fascino con vigneti e mare senza dimenticare il vino e il buon cibo».

    Degustazioni oltreoceano entro fine anno

    Il Consorzio sta organizzando degustazioni oltreoceano entro fine anno

    Entro fino anno, annuncia di Maggio, «il nostro Primitivo di Manduria sarà degustato oltreoceano. Stiamo organizzando delle masterclass on line negli Usa con le nostre aziende. Saranno i maggiori importatori e operatori del settore a degustare il nostro vino. La situazione di emergenza causata dalla pandemia da Covid-19 e le conseguenti limitazioni ci impongono un mutamento, speriamo solo nel breve e medio termine, anche nei sistemi e nelle tecniche di promozione e degustazione del vino sui mercati internazionali. È necessario quindi implementare modalità di incontro tra gli operatori internazionali prendendo in considerazione gli strumenti tecnologici su piattaforme virtuali. Riteniamo, però, che sia dovere del Consorzio in questo momento essere un riferimento per le iniziative di divulgazione e formazione. Potenzieremo le nostre attività di comunicazione on-line e a sostegno dei nostri soci».

    Forte l’interesse dei winelover mondiali

    La doc Primitivo di Manduria ha un futuro roseo, conclude di Maggio, perché attira l’interesse dei winelover mondiali. «E noi dobbiamo avere il passo deciso per svolgere tutte le attività necessarie per la crescita del territorio. Cioè passaggio alla docg, zonazione, maggiore interazione con i soci e i Comuni compresi nell’area per la crescita di una mentalità coesa e compatta».

    Il balzo del Primitivo di Manduria tra le denominazioni top - Ultima modifica: 2020-11-09T22:59:27+01:00 da Giuseppe Sportelli

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento
    Per favore inserisci il tuo nome